Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

Regole del forum
Testi e qualsiasi altro mezzo espressivo di natura umoristica e satirica afferente Personaggi Avvenimenti della società
Avatar utente
f.almerighi
 
Messaggi: 1565
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 10:27
Ha ringraziato: 199 volte
E’ stato ringraziato: 595 volte

Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da f.almerighi » 30 aprile 2015, 21:45

Ho letto con un misto di sgomento e un sorrisetto amaro il post di Guga, vice amministratore, che si è auto censurato perché qualcuno ha pensato bene di segnalare alcuni suoi interventi, l’ultimo riguardava una sparata di Matteo “bongo” Salvini su una presunta codardia dei meridionali durante la Resistenza. Cazzata totale che la storia confuta completamente. Ricordo bene quel post, cui ho ribattuto, tu hai ragione e Bongo ha torto, ma perché amplificare le sua parole quando possono benissimo passare inascoltate? Evidentemente qualcuno anche dopo aver visto le foto di Salvini nudo non si sarà ancora reso conto in pieno perché il poveretto odi così tanto quelli di colore. Certamente non mi sarei aspettato che qualcuno andasse a segnalare il post di Guga. Questa è stato un atto di censura bello e buono. Il Gughino ha dimostrato il suo amore per il sito che segue, nella gratuità non dimentichiamolo, andandosi a cancellare post suoi in cui evidentemente credeva. Oggi è il settantesimo anniversario del suicidio nel bunker della Cancelleria di uno dei più grandi talenti criminali della storia dell’umanità, Adolf Hitler, qualcuno nel varesotto una settimana fa circa ne ha festeggiato il compleanno, senza che nessuno intervenisse, o segnalasse il fatto alla redazione di descrivendo per un’eventuale censura del gesto infame. Perciò, caro/cari sepolcri, cara(care sepolcresse forse è meglio la prossima volta portare avanti un sano dibattito, dire la propria e non porre sotto ricatto chi come Guga da la pelle per il sito e il suo buon esito. Ho voluto dire la mia a Voi belle penne, anime candide della scrittura, meglio un funerale vichingo che un sepolcro muto e imbiancato, isn’t it? Un saluto a tutti.


E i cavalli a Salò sono morti di noia,
a giocare col nero perdi sempre.
Mussolini ha scritto anche poesie,
i poeti che brutte creature,
ogni volta che parlano è una truffa.
(Le storie di ieri – De Gregari De Andrè)

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da stefanocona » 30 aprile 2015, 23:20

Grazie a Te ho potuto leggere il Post di Guido che non avevo letto e dunque non mi ero accorto di quanto fosse accaduto.

Ho già fatto il mio intervento seppur tardivo nella pagina di Guido ma anche qui ribadisco la piena solidarietà a chi come hai ben detto dà la pelle per il sito ricevendone in cambio non sempre la giusta considerazione e , come in questo caso, l'esatto contrario.

Concordo ovviamente anche su tutto il resto che hai scritto e che ricalca esattamente il mio pensiero.

grazie Flavio

stefano
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

no avatar
costanza pocechini
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 19:22
Ha ringraziato: 1378 volte
E’ stato ringraziato: 577 volte

Re: Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da costanza pocechini » 1 maggio 2015, 7:08

Egregio Signor F.Almerighi, ero pronta a cliccare "grazie"
(ma, non perché empaticamente sono spesso coinvolta da Lei,
sia gentile mi reputi "meno" spocchiosa dove si afferma ciò
come metodo di... apprezzamento d'un testo)
poi, leggendo bene mi ha disturbato qualcosa...

Cordialmente et rispettosamente.
Immagine
...non sono un Poeta, interpreto ciò che avverto narrandomelo, narrandolo

Avatar utente
Robypi
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:43
Ha ringraziato: 113 volte
E’ stato ringraziato: 134 volte

Re: Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da Robypi » 1 maggio 2015, 8:58

Ieri avevo scritto un commento che probabilmente
non ho inviato perchè non lo vedo più.
Avevo scritto la mia solidarietà a Guga e il mio stupore e imbarazzo
per certe proteste che hanno costretto Guido a cancellare i suoi post
Ti ringrazio Flavio per questa pagina che ci ricorda che la stupidità umana
è sempre in agguato come la madre degli stolti sempre incinta...
Detto ciò io penso che personaggi come >Salvini fanno bene ai razzisti e ai fascisti
che pensano che con la repressione e la chiusura "immaginaria" dei confini
si risolva un problema grande come il mondo...Noi siamo un popolo di emigranti
di cretini e di navigatori...di poeti meglio non parlarne.
Spero che Guido rimetta i suoi post per dimostrare che non può un semplice e stupido commento
allontanare la Verità e la solidarietà su questo sito ...

Grazie
Immagine

no avatar
LidiaG
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:13
Ha ringraziato: 517 volte
E’ stato ringraziato: 533 volte

Re: Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da LidiaG » 1 maggio 2015, 9:14

Sarò fuori dai soliti gesti di solidarietà verso Guido, pur essendo solidale con lui nella sostanza e nella forma del suo pensiero e della sua posizione politica.

L'ovvio non è sempre tale per tutti. Sebbene reputi personalmente ovvio combattere certe posizioni e certi slogan pericolosissimi di certi personaggi pubblici, comprendo anche che l'ovvietà delle asprezze contra non è un valore generalizzabile.
Diverse sono anche le posizioni individuali rispetto all'uso di un certo linguaggio che pur se consono e appropriato a determinati contesti in argomento, può a taluni apparire eccessivo quando non volgare rispetto a qualsivoglia espressione di pensiero legittimo o meno che sia.

Per tali ragioni non sparo sul mucchio e rispetto chiunque abbia manifestato il proprio malessere verso sostanza o forma del pensiero personale e per senso comune anche ovvio e legittimo espresso da Guido.

Il diritto della libera espressione di pensiero è di tutti, ciò va messo al di sopra di ogni cosa.

Perciò ritengo corretta l'autocensura di Guga in un contesto- questo- che non è la testata di un quotidiano e nemmeno una libera piazza.

E ciò, lo ribadisco, pur non essendo mai stata infastidita minimamente dai brevi messaggi de quo e anzi pur avendone condiviso sempre sostanza, foga e mezzi espressivi con il sorriso amaro.


Leggendo le esternazioni di cuore e di pancia ora autocancellate mi sono domandata: e se domani venisse qualcuno a esternare le proprie posizioni ideologiche contro determinate religioni o contro i gay o contro l'aborto o contro il divorzio breve? Possiamo utilizzare questo spazio per veicolare le nostre insofferenze rabbie e legittime posizioni di rifiuto al di fuori dell'espressività artistica che invece legittimerebbe qualunque libertà di pensiero?

Non approvo chi nascondendosi dietro un reclamo anonimo ha fatto giungere all'amministrazione il proprio dissenso. Avrebbe dovuto farlo apertamente o altrimenti tacere. Ma ne comprendo e rispetto la posizione di sostanza.

E comunque sono sempre contro Gli incappucciati
viewtopic.php?f=9&t=1713&p=8577#p8577
Con stima profonda a Guido.
"C’è una foresta vergine in ciascuno di noi in cui preferiamo addentrarci da soli. Avere sempre la solidarietà, essere sempre accompagnati, essere sempre compresi, sarebbe intollerabile."
Virginia Woolf "Collected Essays"

Avatar utente
guga
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:46
Località: Lido di Roma
Ha ringraziato: 206 volte
E’ stato ringraziato: 370 volte

Re: Gughino, Adolf Hitler e i sepolcri

da guga » 1 maggio 2015, 11:56

@A tutti.

Non mi sento né discriminato né, tampoco, censurato perché l'azione di cancellare non mi è stata imposta ma una libera scelta per non scatenare "guerre di religione".

Però, come ho sempre sospettato, ora ho la certezza che non è stato tanto il linguaggio usato a dare fastidio a chi ha ritenuto di dover invocare il Regolamento, quanto il messaggio veicolato con quei post.

Rileggendo infatti un passaggio dell'Amministratore risalta evidente in tutta la sua chiarezza.


"E' stato il linguaggio e ciò che ha interpretato come fomento d'odio verso una parte della società politica a fargli decidere di citare il Regolamento..."

Se dire pane al pane equivale a fomentare l'odio di una parte della Società contro un'altra siamo pericolosamente vicini a qualcosa d'irreversibile.

E la smetto qui, pregando anche gli amici di fare altrettanto.

Grazie a tutti!


Torna a Umorismo e satira

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron