Vicolo cieco medievale.

Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici corelati al Dolce Stil Novo
Regole del forum
Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici correlati al Dolce Stil Novo
Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1640
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 20 volte
E’ stato ringraziato: 550 volte

Vicolo cieco medievale.

da vaibhava das » 24 marzo 2017, 9:37

Appare, lei, celeste, a porte chiuse;
vestita è quale suora teresiana;
silente, ispira, come fan le muse; 3

bianca ha una nube sotto ai piè, diafana,
le mani giunte, e, su, l'aureola splende;
ciascun male, dal Sire, ea, altrui, risana. 6

Il poeta arretra, abbassa il guardo, intende;
s'inchina ed esce, gloriando Iddio
Che ella invia, e l'animo a noi accende; 9

s'eleva a onor del Re, ciascun disìo;
"Domine, non sum dignus!" -e si vota
a darNe prova, verecondo e pio. 12

Nel diario, il vate l'esperienza annota:
la visione, e come ella all'Autore
volga ogni l'alma, a Lui buono, devota; 15

rivolge lodi altrui al bel Signore,
e, chi lei ammira, servirà poi Lui;
è trasparente, ella, nel chiarore. 18

Io il poeta detto a riverir già fui;
le virtù del Visìr, in lei, adorava;
ella sa il Bene che sia su, in Costui; 21

per questo, il poeta Iddio entro lei più amava;
e, tale stima e, più, venerazione,
eleva, che dal Cielo si ricava. 24

Li allontanò, l'omaggio e l'orazione
esternamente; come ossequio face;
la riverenza, il fermo agli atti pone. 27

...vivono al Sommo, e la Sua eterna Pace. 28


Spiegazione: Ella sa che, le virtù che il poeta in lei trova, siano da Dio, e di Lui Solo, per cui, se un bianco, interiormente, la ammira, ella è riguardosa ed umile, perché considera il "fiorente" un devoto nobilissimo del Sire. La reverenzia crescendo e fermando in emozioni estatiche i fedeli, questi se ne sentivano travolti e non potevano più agire, in presenza. La venerazione mirabile si ricongiunse all'adorazione a Dio Sommo, da sempre, nel Paradiso dal Quale si venne, e, qua, Dante spiegava ai fedeli sulla ossequiosità in Dio, silente, di madonna musa e di maestro rimatore.

Avatar utente
f.almerighi
 
Messaggi: 1422
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 10:27
Ha ringraziato: 184 volte
E’ stato ringraziato: 558 volte

Re: Vicolo cieco medievale.

da f.almerighi » 31 marzo 2017, 15:08

a suo modo laico insomma


Torna a Il Dolce Stil Novo ( a cura di Vaibhava das)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite