Pagina 1 di 1

Il letargo del commento.

MessaggioInviato: 17 luglio 2017, 20:15
da vaibhava das
Ai tempi miei, era il commendatore;
monocol tondo, riga, brillantina;
commenti dedicava, guisa fina,
e, in arte e rima, ci faceva onore; 4

nel doppiopetto, gli ferveva il core,
in tasca oriuolo a catenella abbina;
baffi, cappello, libreria vicina,
scambi di stime, vivido il fervore. 8

Adesso taccian viola e pianoforte;
nessuno scrive cosa alcuna a alcuno;
e, se compone, verrà letto forse; 11

conversazioni assenti e, se mai, corte,
l'umor, da chiaro, sfuma in grigio o bruno,
e obliato è anche l'alfabeto morse..... 14

.....vuoto di tutto resto giù, e digiuno. 15


Chi commentava, ai tempi miei, aveva baffi pettinati, doppiopetto, orologio al taschino con la catenella, cappello e sussiego. Distinto, signorile, forbito, arguto, fine. Oggi il commento è in letargo, ed il commendatore è in ritiro letterario. Sono rimasto io, qua, a tramandare di Federico Barbarossa e delle casate degli illustri. Buona notte.

Re: Il letargo del commento.

MessaggioInviato: 21 luglio 2017, 17:25
da f.almerighi
abbi pazienza, sopporta la mia polo