Pagina 1 di 1

E' come se strisciassero silenti.

MessaggioInviato: 19 settembre 2017, 7:53
da vaibhava das
Con felpe ai piedi, perfidi i cipigli,
felini e rettiliani vanno avanti,
facendo illuder, mal sia aver de' figli; 3

ignari dorman, nel frattempo, i fanti,
e, di Mefisto, è in marcia una legione;
viscidi, cheti, rossi, brutti, tanti. 6

Quindi, Lucifer schieramento pone,
hanno petardi e piatti di ferraglia;
chi russa, non si sogna lo squadrone; 9

a un cenno di Satàn, si apre una faglia,
e zolfo e pece escan dal subsuolo;
arde il miasma, come fosse paglia. 12

Allora i demon battan piatti a stuolo
destando, e con agghiaccio, gli svagati;
scoppiano i botti, con spavento solo. 15

Fulmini, vento poderoso, strali-
-ma, quei sinistri, risa assai maligne
in echi orrendi, e ai manni, micidiali..... 18

...le lingue truci, or' ardan spizze ed ignee. 19


Spiegazione: I militari dell'uccidente si infiltrano a oriente, distribuiscono armi letali, silenziosamente. Poi, quando sarà il momento convenuto, a un cenno del "gran maestro" della finanza falsa, "batteranno atrocemente" la ferraglia, appiccando il fuoco ai candelotti sulfurei ed esiziali. Ma, i fanti ( i nostrani) dormono. Stanno sognando la partita, i vaniloqui tra amici del bar, Pulcinella, la pasta e la farsa. Ma, questa volta, la forma teatrale di farsa non sarà: subentrerà, sugli spalti, la tragedia. Ma, i nostri, impenitenti, tenderanno a prendere in giro persino il diavolo.

Re: E' come se strisciassero silenti.

MessaggioInviato: 27 settembre 2017, 12:12
da f.almerighi
mi convince la tua tesi, quel che mi colpisce di più è che in occidente siamo convinti di avere ancora opinioni