Il censore, lo svagato, l'agnello.

Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici corelati al Dolce Stil Novo
Regole del forum
Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici correlati al Dolce Stil Novo
Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 22 volte
E’ stato ringraziato: 606 volte

Il censore, lo svagato, l'agnello.

da vaibhava das » 30 novembre 2017, 9:03

1) "Oh, l'austriacante, rigido, severo:
in doppiopetto, i gradi, le mostrine!
Quello è il censore, con gran fare altero!" 3

Dal Magdeburgo! Co 'l suo aspetto fine
ma intransigente, assai conservatore;
scatta l'attenti, in reclute vicine. 6

2) Lo svagato non lo ha molto in favore:
è un fricchettone, rilassato, sperso;
no, non ha simpatie, per quel censore. 9

E' un elemento, da 'ello pria, diverso:
l'agnello si, che questi ha in sintonia:
nei naturismi, il facilone è immerso. 12

Non sa, la cosa però, come stia:
l'agnello vuole l'evo d'oro puro,
il primo in assoluto, e così sia. 15

Il censore, per quanto acre o duro,
va alla Restaurazione, e là si assesta;
a Vienna resta, che, lui, lì è al sicuro. 18

L'agnello vuole primordiale festa
delle anime, di eternità ante nate;
è più retrivo, e l'alma sua è ben desta... 21

.....non duecent'anni, ma perpetue date. 22


Un fricchettone aveva incontrato un censore con il monocolo tondo ed un agnello; ovviamente, il censore gli fu antipatico ma l'agnello simpatico. Non capiva che, l'agnello, è enormemente più conservatore: il censore rivuole la regola della Restaurazione, l'agnello l'età dell'oro, simile all'età eterna nei Regno dei Cieli. Ma, il superficialone, non lo capisce. Penso, sia meglio così.

Torna a Il Dolce Stil Novo ( a cura di Vaibhava das)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron