Rabbuffo ai ginnasiali.

Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici corelati al Dolce Stil Novo
Regole del forum
Sezione riservata allo studio del Dolce Stil Novo. Oltre che Poesie può contenere saggi letterari e storici correlati al Dolce Stil Novo
Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 23 volte
E’ stato ringraziato: 614 volte

Rabbuffo ai ginnasiali.

da vaibhava das » 17 dicembre 2017, 19:47

Orsù, che vi porrò interrogazione:
"Classetti, venga a dirci di Teofrasto!"
Quegli, è di stucco gelido rimasto,
tartaglia, impreparato alla questione. 4

"Teocrito e Menandro"- "Al bighellone-
-là in fondo, in quadro che risuoni vasto!"
"Somari, è ora che io vi guardi al basto"-
"Callimaco e Terenzio!"- o: 'l Zibaldone!" 8

Le scene quasi mute, far sgomenti;
i ragli da rio scandal...desolanti;
"Allora!"- e giù le note sul registro; 11

e' un' ecatombe, visi foschi e spenti,
asinità, che ha contagiato tanti,
maestro irato, lugubre, sinistro..... 14

.....gravi i respiri, ed onerosi istanti. 15


Il sonetto di questa sera vuole scagliare biasimi e rampogne ai ginnasiali negligenti, i quali, invece di studiare, vaniloquiano futilità. La cattedra emetteva saette ed anatemi. Il censore inceneriva dal monocolo. Mattinata funesta.

Torna a Il Dolce Stil Novo ( a cura di Vaibhava das)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron