Pagina 1 di 1

Gli adagi di Albinoni.

MessaggioInviato: 27 gennaio 2018, 16:13
da vaibhava das
Oboe con viola, e un solco in acqua argentea;
è pastorale, vespertino, in core;
sento il fervor, che, fine gente ha; 3

tonaca, cuffia, il poeta va, l'ardore
seco onorando, gloria con la rima;
docenti effetti, a lode dell'Autore. 6

Madonna segue il Sir di lei, Che è prima,
le mani giunte, ambrosia eccelsa in via;
io so il profumo, canto a Lui, sta in Cima. 9

Ella Sua Pace espande, e Sua Poesia;
il vate scrive, è in vicolo, è a Fiorenza;
"Te Lucis ante Terminum!"-e...sia. 12

Umile, osanna la regina essenza-
-il Re, e questo scioglie gocce in viso;
pervade l'aria, ciò, e funge a mensa... 15

.....da sempre fummo quivi, al Paradiso. 16


Con il sottofondo di oboe, viola ed arpa, in Fiorenza, nella Rosa mistica paradisiaca, vedemmo il Sire osannato da lei, umile e benigna. Il pensiero si perse, nei poeti, in tale Benvolere, da Cui ciascuna anima, dai primordi, è emanata.