Pagina 1 di 1

Inaudito.

MessaggioInviato: 26 febbraio 2018, 9:58
da vaibhava das
Non si era ancora visto, e, neanche udito,
che un suicida un cartello ci lasciasse,
in cui, scandalizzato, lamentasse
che, dopo lui, un altro saria ito. 4

L'uccidente è suicida pervertito
ma, dopo sé, depreca se altre masse
subentrano; lui, steso sulle casse,
vorrebbe il vuoto, perché "cessa il mito". 8

Invece no! E' legge che provveda
il buon Fautor, che tutto avanti segua;
se un papa è morto, un frate piglia posto; 11

chi falcidia sua prole che non veda
che l'alternanza affiora e non ha tregua
lasci il campo terreno, e caschi arrosto..... 14

.....qua un altro, e, giù, che il diavolo l'insegua. 15


Dopo aver diffuso guerre senza limiti né tregue, nel resto del mondo, l'uccidente, il quale falcidia la propria stessa prole al fine di sfruttare al massimo le proprie donne, merita ormai di morire. Ma non sarà colui che, inevitabilmente, subentra, chi sia, sia, ad averlo ucciso. L'uccidente aveva già insistito, e rabbiosamente, per sopprimere sé stesso. Salvini lo sa, ma non lo dirà né prima, né dopo le illazioni per le elezioni.