Pagina 1 di 1

Saluti, in stile.

MessaggioInviato: 10 marzo 2018, 8:43
da vaibhava das
Saluti, in stile, al buon messer Brunetto,
ai descrivendi, ai gigli di colore;
si che, chiosando chi die' a noi il favore,
firmi, io, d'inchiostro da mio bel stiletto; 4

un sirventese, un poema, od un sonetto
avvicendai, con dedicato umore;
ossequi i' fei, con vivido, pio, core,
ai vati intenti a scriver, con prospetto. 8

Ora che blu, il spiario, infine, chiude,
ed il demiurgo la magia ritira,
piovono fiori, da svariati cieli; 11

petali alianti, al suolo, dan palude
auliente a essenze che spirale gira,
glorie di lunghi, ormai trascorsi zeli..... 14

.....Dante, già, è in sfera...che, più larga, gira. 15


Un inchino conclusivo ai vati del simposio letterario. Il verso quindicesimo, costì, allude a una frase, celebre, del fiorentino sommo, ideata nel suo: "Convivio".