L'Albero dell'Attesa

Regole del forum
Testi connotati da aspetti intimistici dell'Autore o di Personaggi di pura fantasia. Elemento caratterizzante è l'elemento psicologico afferente il personaggio o una azione o serie di comportamenti del personaggio.
no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

L'Albero dell'Attesa

da marylia » 24 marzo 2015, 16:33

Benedetta primavera
dovevo aspettare lei per tirare un sospiro di sollievo!


Oh l'ansia dell'attesa,quale tortura!
Mesi e mesi ad aspettare gli esiti degli esami
che sembrava non finissero mai:
translucenza nucale,amniocentesi, esami del sangue, ecografie,morfologica.

Mi sono ritrovata a maledire il progresso, la scienza...
mi sono ritrovata a rimpiangere l'ignoranza dei tempi andati;
mia nonna,ad esempio,non sapeva nemmeno che aveva due gemelli in grembo:
"Aspettateeee" -gridò la levatrice- "spingete ancora, ce sta' natu' criaturo!
( spingete ancora c'è un'altro bambino!)

Un prova difficile quella di dover celare ogni preoccupazione per
una nuova impensabili prospettiva...

eppure...
non ho mai perso di vista la sagoma del ramo.

Sono così affascinanti i rami spogli,così fieri e dolenti,
così apparentemente inerti
Mi sento affine


Lenta e spasmodica l'attesa
che ha caratterizzato questo mio inverno
ma,nei momenti di carica,mi chiedevo dove trovare un ramo spoglio qui in città
Poi la mente è andata alla pianta che ho sul terrazzo;
ho risento i rimproveri di mia madre "Maruzze' ma una goccia d'acqua in questo povero Ficus quando ce la metti?"

Però resiste da 35 anni,nonostante la mia incuria,
intanto,in questo periodo, i rami della pianta son quasi tutti secchi,
ne ho tagliato uno, e l'ho nascosto.


A febbraio arriva una buona notizia,
ma non basta. Si aspettano la settimana giusta per nuove indagini.

Che faccio? butto via il ramo? No.
Acquisto invece fiori finti e
e rotoli di nastro in tulle
e li nascondo.

Una sera di inizio marzo,pur se svogliata,
tiro fuori il ramo, un paio di forbicine, del filo di ferro
e ,tra un sospiro e l'altro, comincio a creare tanti piccoli fiocchi.
Dopo un'ora, mi bruciano gli occhi e mollo tutto
o forse è lo sconforto a cui cedo.

Riprendo due sere dopo;
questa volta passo a recidere ogni fiore dal ramo di plastica,
raccolgo tutto, fiori e fiocchi in un grande cesto:
è un tripudio di rosa e azzurro che mi fa battere il cuore!
Ritrovo la carica

Comincio ad attaccare fiori e fiocchi al mio ramo
poi aggiungo delle uova colorate, due campanelle, qualche colomba.
Eliminerò questi elementi dopo Pasqua
mentre fiocchi ,fiori e altri oggetti a tema,resteranno fino a luglio.
Come va,va.

Il ventuno marzo mi danno la notizia
che dall'ecografia morfologica le due creature stanno bene,
mi arriva la telefonata proprio mentre sto completando il mio albero
che già da spoglio,ho chiamato "Albero dell 'Attesa"

Dio ti ringrazio,ora posso godermi l'attesa




-
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di marylia il 24 marzo 2015, 16:40, modificato 1 volta in totale.
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da marylia » 24 marzo 2015, 16:36

Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

Avatar utente
Robypi
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:43
Ha ringraziato: 113 volte
E’ stato ringraziato: 134 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da Robypi » 24 marzo 2015, 22:24

una attesa che ha dato fiori azzurri e rosa...
nell'attesa dei frutti rosa e azzurro.
Immagine

Avatar utente
espen plomma
 
Messaggi: 356
Iscritto il: 16 gennaio 2015, 15:43
Ha ringraziato: 95 volte
E’ stato ringraziato: 147 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da espen plomma » 25 marzo 2015, 11:15

altra vita aspetta, aspetta
di scoppiare fuori allora,
sarà un fiore senza fretta

che già cresce di ora in ora
un miracolo è avvenuto
batte un cuore, un altro ancora,

diamo il nostro benvenuto
ai novelli rimatori
che non hanno ancora avuto

l'occasione d'uscir fuori
son sicuro, tuttavia
che saranno trovatori

troveranno per la via
una buona e cara mamma
viva l'estro e la poesia

arda sempre questa fiamma!

la mia nuova nascerà a maggio...

no avatar
LidiaG
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:13
Ha ringraziato: 517 volte
E’ stato ringraziato: 533 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da LidiaG » 25 marzo 2015, 12:22

Che bello tutto!!!! :)
bella l'idea dell'albero, bella questa pagina, bella la futura nonna
Evvai :D
"C’è una foresta vergine in ciascuno di noi in cui preferiamo addentrarci da soli. Avere sempre la solidarietà, essere sempre accompagnati, essere sempre compresi, sarebbe intollerabile."
Virginia Woolf "Collected Essays"

Avatar utente
Rosario
 
Messaggi: 674
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:06
Località: CAMPOBASSO (campuasce per gli addetti al lavoro) Molise Sud Italia Periferia del cosmo
Ha ringraziato: 1436 volte
E’ stato ringraziato: 391 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da Rosario » 25 marzo 2015, 13:25




Della serie:
"TWO è MEGLIO DI ONE!!"

“alberi”
In Argot
foglie chiamano gli uomini
le orecchie
quasi sentissero
che gli alberi conoscono la musica
Ma il gergo degli alberi
è un argot più antico
Chi lo sa cosa dicono
quando parlano degli uomini
Gli alberi parlano albero
come i bambini parlano bambino
Quando un piccolo
d’uomo e di donna
a un albero rivolge la parola
l’albero gli risponde
il piccolo capisce
In seguito
Il bimbo parla arboricoltura
con i maestri e i genitori
Più non intende la voce degli alberi
non sente più
la loro canzone al vento
Eppure
talvolta una fanciulla
lancia un grido disperato
in un giardino
di cemento armato
di erba vizza
e di lurida terra
E’ la tristezza, chissà, dell’abbandono
che mi fa gridare aiuto
o la paura che mi dimentichiate
alberi della mia giovinezza
la mia giovinezza per davvero
Nell’oasi del ricordo
è appena sgorgata una sorgente
E’ per farmi piangere
ero così felice nella folla
la verde folla del bosco
con l’ansia di smarrirmi
e la paura di ritrovarmi
Non scordate la vostra piccola amica
alberi della mia foresta
(Jacque Prévert)


Alberi!
Frecce voi siete
dall’azzurro cadute?
Quali tremendi guerrieri
vi scagliarono?
Sono state le stelle?
Vengon le vostre musiche
dall’anima degli uccelli,
dagli occhi di Dio,
da una perfetta passione.
Alberi!
Le vostre radici rozze si
accorgeranno
del mio cuore sotto terra?
(Federico Garcia LORCA)


Tu non sai:
ci sono betulle che di notte
levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi
camminano o diventano sogni.
Pensa che in un albero c'è un
violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta
in un crepaccio e poi diventa vita.
Te l'ho già detto: i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire.
(Alda Merini)


Alberi
Sempre fermi, sempre ritti,
sempre zitti,
come impavidi soldati,
stanno i buoni alberi, armati
sol di foglie e fiori e frutti,
di cui fanno dono a tutti.
Tutto danno quel che hanno
e per sè tengono solo
un gorgheggio d’usignolo
un fischietto di fringuello
un sussurro di ruscello.
(D. Valeri)

L'albero m'è penetrato nelle mani,
La sua linfa m'è ascesa nelle braccia,
L'albero m'è cresciuto nel seno -
Profondo,
I rami spuntano da me come braccia.
Sei albero,
Sei muschio,
Sei violette trascorse dal vento -
Creatura - alta tanto - tu sei,
E tutto questo è follia al mondo.
(Ezra POUND)


Vorrei essere un melo selvatico
Vorrei essere un melo selvatico,
un ramificato melo selvatico;
e così ogni bambino affamato
coperto dalle mie ombre
si sazierebbe del mio corpo.

Vorrei essere un melo selvatico,
così ogni singolo orfano,
allo scorrere delle lacrime amare,
mi verrebbe a trovare e con le sue lacrime
annaffierebbe la mia radice.

Vorrei essere un melo selvatico,
che al rinsecchirsi
venisse tagliato da babbo inverno,
con le fiamme asciugherebbe
le lacrime degli orfani mesti.

E, se davvero fossi un melo selvatico,
sulla terra vi sarebbe felicità, e
da nessuna parte mestizia, dolore
e le teste sorridenti non
verrebbero minacciate di dover migrare.
(Attila JOZSEF)



Ma per fare un albero (o due) cosa ci vuole?!


Ciao
Rosario
“Nulla è più pericoloso e mortale per l'anima che occuparsi continuamente di sé e della propria condizione, della propria solitaria insoddisfazione e debolezza.”
Hermann Hesse

L'Io è odioso.
(B. Pascal)

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da marylia » 26 marzo 2015, 14:49

Robypi ha scritto:una attesa che ha dato fiori azzurri e rosa...
nell'attesa dei frutti rosa e azzurro.


ciao e grazie Ro :)
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da marylia » 26 marzo 2015, 14:51

espen plomma ha scritto:altra vita aspetta, aspetta
di scoppiare fuori allora,
sarà un fiore senza fretta

che già cresce di ora in ora
un miracolo è avvenuto
batte un cuore, un altro ancora,

diamo il nostro benvenuto
ai novelli rimatori
che non hanno ancora avuto

l'occasione d'uscir fuori
son sicuro, tuttavia
che saranno trovatori

troveranno per la via
una buona e cara mamma
viva l'estro e la poesia

arda sempre questa fiamma!

la mia nuova nascerà a maggio...



Grazie Espen
aspetterò maggio per gli auguri alla tua bambina :P

Io comunque aspetto due nipoti, non figli ;)
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da marylia » 26 marzo 2015, 14:54

Rosario ha scritto:



Della serie:
"TWO è MEGLIO DI ONE!!"

“alberi”
In Argot
foglie chiamano gli uomini
le orecchie
quasi sentissero
che gli alberi conoscono la musica
Ma il gergo degli alberi
è un argot più antico
Chi lo sa cosa dicono
quando parlano degli uomini
Gli alberi parlano albero
come i bambini parlano bambino
Quando un piccolo
d’uomo e di donna
a un albero rivolge la parola
l’albero gli risponde
il piccolo capisce
In seguito
Il bimbo parla arboricoltura
con i maestri e i genitori
Più non intende la voce degli alberi
non sente più
la loro canzone al vento
Eppure
talvolta una fanciulla
lancia un grido disperato
in un giardino
di cemento armato
di erba vizza
e di lurida terra
E’ la tristezza, chissà, dell’abbandono
che mi fa gridare aiuto
o la paura che mi dimentichiate
alberi della mia giovinezza
la mia giovinezza per davvero
Nell’oasi del ricordo
è appena sgorgata una sorgente
E’ per farmi piangere
ero così felice nella folla
la verde folla del bosco
con l’ansia di smarrirmi
e la paura di ritrovarmi
Non scordate la vostra piccola amica
alberi della mia foresta
(Jacque Prévert)


Alberi!
Frecce voi siete
dall’azzurro cadute?
Quali tremendi guerrieri
vi scagliarono?
Sono state le stelle?
Vengon le vostre musiche
dall’anima degli uccelli,
dagli occhi di Dio,
da una perfetta passione.
Alberi!
Le vostre radici rozze si
accorgeranno
del mio cuore sotto terra?
(Federico Garcia LORCA)


Tu non sai:
ci sono betulle che di notte
levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi
camminano o diventano sogni.
Pensa che in un albero c'è un
violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta
in un crepaccio e poi diventa vita.
Te l'ho già detto: i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire.
(Alda Merini)


Alberi
Sempre fermi, sempre ritti,
sempre zitti,
come impavidi soldati,
stanno i buoni alberi, armati
sol di foglie e fiori e frutti,
di cui fanno dono a tutti.
Tutto danno quel che hanno
e per sè tengono solo
un gorgheggio d’usignolo
un fischietto di fringuello
un sussurro di ruscello.
(D. Valeri)

L'albero m'è penetrato nelle mani,
La sua linfa m'è ascesa nelle braccia,
L'albero m'è cresciuto nel seno -
Profondo,
I rami spuntano da me come braccia.
Sei albero,
Sei muschio,
Sei violette trascorse dal vento -
Creatura - alta tanto - tu sei,
E tutto questo è follia al mondo.
(Ezra POUND)


Vorrei essere un melo selvatico
Vorrei essere un melo selvatico,
un ramificato melo selvatico;
e così ogni bambino affamato
coperto dalle mie ombre
si sazierebbe del mio corpo.

Vorrei essere un melo selvatico,
così ogni singolo orfano,
allo scorrere delle lacrime amare,
mi verrebbe a trovare e con le sue lacrime
annaffierebbe la mia radice.

Vorrei essere un melo selvatico,
che al rinsecchirsi
venisse tagliato da babbo inverno,
con le fiamme asciugherebbe
le lacrime degli orfani mesti.

E, se davvero fossi un melo selvatico,
sulla terra vi sarebbe felicità, e
da nessuna parte mestizia, dolore
e le teste sorridenti non
verrebbero minacciate di dover migrare.
(Attila JOZSEF)



Ma per fare un albero (o due) cosa ci vuole?!


Ciao
Rosario


Conoscevo quella della Merini
le altre no, per questo doppio grazie :P

Per fare un albero cosa ci vuole?
Ci vuole un seme :D https://www.youtube.com/watch?v=UG_8b6WJqvI

nel mio caso.....due semi :lol:
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: L'Albero dell'Attesa

da marylia » 26 marzo 2015, 14:57

LidiaG ha scritto:Che bello tutto!!!! :)
bella l'idea dell'albero, bella questa pagina, bella la futura nonna
Evvai :D



Lidiucciaaaa finalmente!!!

Grazie :P
ma dimmi : ma a te non ti faceva strano sentirti chiamare "nonna" :?
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

Prossimo

Torna a Narrativa intimistica ed introspettiva

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite