Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

Regole del forum
Testi connotati da aspetti intimistici dell'Autore o di Personaggi di pura fantasia. Elemento caratterizzante è l'elemento psicologico afferente il personaggio o una azione o serie di comportamenti del personaggio.
no avatar
Nuccina
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 17:29
Ha ringraziato: 30 volte
E’ stato ringraziato: 140 volte

Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da Nuccina » 22 aprile 2015, 21:02

27 dicembre 2008

Mia cara amica le sale d'attesa sono come stazioni.
Si sosta per un po' ad ingannare il tempo che manca. Per una sorta di ricerca di spazio psicologico chi entra non viene mai a sedersi vicino a te, a meno che non sia costretto perchè quella vicino a te è l'unica sedia vuota.
Ma mettiamo una sala d'attesa dove tu sia l'unica ad essere in attesa. Automaticamente il nuovo arrivato cercherà un posto lontano da te, possibilmente di fronte, onde poterti tenere d'occhio.
Con grande disinvoltura cerca la sua rivista e l'apre distrattamente e intanto si fa un'idea di chi ha davanti.
E' una sorta di indagine bilaterale che lui fa in contemporanea a te.
Tu se ti senti osservata, cambi posizione e magari accavalli le gambe.
Lui tenta un approccio del tipo: che tempo! oppure: non ci sono più le mezze stagioni.
A seconda di come rispondi gli dai l'input per la chiacchiera o lo zittisci definitivamente.

Ti chiedi del perché continui ad osservare le tue calze. Che si siano sfilate? Che non vadano bene per il vestito che hai messo?
Beati gli uomini che non hanno questo problema delle calze, pensi.
Che ne sa lui del dilemma dei 20 denari o 50 denari? penserebbe che sia solo una questione di soldi. Invece la scelta dei denari è essenziale se vivi in una città fredda, se è inverno. Lui continua a guardare le calze e tu aspetti come una volpe che anche lui accavalli le gambe.
E zac! d'improvviso lo fa pure lui.
E lui, il fatidico calzino corto fa la sua prepotente entrata!
Fatichi quasi a trattenere un grido di disapprovazione.

No, questo non doveva fartelo il tuo occasionale compagno di una sala d'attesa.
Il calzino corto proprio no!
Ecco!!! mi chiamano devo lasciarti.


Agnese


Tratto da " Due come noi" scambio epistolare scritto a 4 mani
...è il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da malatesta » 23 aprile 2015, 0:11

Erano anche bianchi? Se lo erano e non l'hai ammazzato, hai perso l'occasione di far fuori un maschio che non meritava di esserlo.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

no avatar
costanza pocechini
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 19:22
Ha ringraziato: 1378 volte
E’ stato ringraziato: 577 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da costanza pocechini » 23 aprile 2015, 8:49

Solo una Donna poteva scrivere questo "pezzo",
una "donna" attenta proprio come te, Nuccina
(e magari capace di dire: Ti amo come sei, sei :twisted: )

APPLAUDO
Immagine
...non sono un Poeta, interpreto ciò che avverto narrandomelo, narrandolo

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 798
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da stefanocona » 23 aprile 2015, 10:41

ma sei sicura che stesse osservando le tue calze? secondo me manco le ha viste o se le ha viste le ha smagliate alla grande. :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

Simpatico pezzo anche se il calzino corto d'estate ( fantasmino) è una bella invenzione in assenza di completo con tanto di cravatta.

Ciao
stefano
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

no avatar
Nuccina
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 17:29
Ha ringraziato: 30 volte
E’ stato ringraziato: 140 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da Nuccina » 23 aprile 2015, 11:43

ragazzi ( insomma ragazzi si fa per dire :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ) vi ringrazio dei vs interventi ma......ma quella che scrive è Agnese, non Nuccia..
Insomma è la protagonista di questo romanzo epistolare scritto con un'altra autrice...

pubblicherò solo alcune lettere e spero che amerete Agnese... :oops: :oops: :oops: :oops:
...è il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante

no avatar
marylia
 
Messaggi: 868
Iscritto il: 19 dicembre 2014, 0:13
Ha ringraziato: 457 volte
E’ stato ringraziato: 226 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da marylia » 24 aprile 2015, 14:52

:D
ti seguo
Agnese è una garanzia :)
-
per chi fosse interessato,qui ho postato i miei lavori di audiovideopoesie e prose _ viewtopic.php?f=26&t=2114[/size]

no avatar
Nuccina
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 17:29
Ha ringraziato: 30 volte
E’ stato ringraziato: 140 volte

Re: Sale d'attesa ( tratto da " Due come noi")

da Nuccina » 24 aprile 2015, 18:26

marylia ha scritto::D
ti seguo
Agnese è una garanzia :)



tu Agnese la conosci.... :mrgreen:
...è il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante


Torna a Narrativa intimistica ed introspettiva

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron