Pagina 1 di 1

intorno al coraggio (versione 2)

MessaggioInviato: 1 giugno 2016, 10:52
da lastellachebrilla
Quanto coraggio scorre nelle vene?
Conto gli elementi presenti, gli assegno un nome e ne registro il peso.
Dunque questo sono io: gli elementi e la capacità di distinguerli.
E quei contorni che fendono l'aria dovrebbero convincermi che sono la mia vita?

La coscienza raccontano da più parti, è la vita.
Se non ne avessi - di coscienza - non saprei nemmeno d'essere viva. E' così che la mente afferra un pensiero. Sai cos'è il coraggio di vivere, di essere vivi davvero? Non è solo sangue che continua a scorrere, a rigenerare forme, colori, suoni o profumi.

Odori. Avverto odori di morte. Quel passaggio necessario verso destinazioni ignote, forse immaginabili. Incorporee come il pensiero nella sua espressione più immediata. Poi il tonfo, si. Quando il pensiero diviene manifestazione più tangibile, terrena, quella che definiamo vera, forse incontestabile.

Nel marasma dei pensieri, delle forme e delle emozioni, è una luce che tento di accendere mentre l'interruttore mi sfugge di mano.

Sono la mano e il pensiero, sono il sangue e la memoria, sono il vento che mi trapassa e mi unisce, lo stesso che mi disorienta e mi trafigge.

Prima di andare lascerò sparsi sul pavimento semi di gigli bianchi. Quando tornerò da queste parti, riconoscerò i miei pensieri ormai cresciuti, bianchi, come il colore dei miei capelli.

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 1 giugno 2016, 13:45
da f.almerighi
ti vorrei fare una domanda semplice semplice: secondo te questa è poesia o sono pensierini con un andare a capo prima del finire della riga?

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 1 giugno 2016, 14:57
da lastellachebrilla
f.almerighi ha scritto:ti vorrei fare una domanda semplice semplice: secondo te questa è poesia o sono pensierini con un andare a capo prima del finire della riga?


... naturalmente trattasi di pensierini
Come da te argutamente rilevato

Li ho inseriti nella sezione narrativa intimistica
Forse ho sbagliato

Che ne pensi?

Grazie per la lettura molto attenta come sempre
Buona giornata
A rileggerti
Ciao

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 1 giugno 2016, 18:27
da Sarino
intorno al coraggio hai avuto coraggio a denudarti così profondamente.
Una presa di coscienza a tutto tondo, senza paletti né limiti in cui spaziare.
Quasi una riflessione ad alta voce, con tutti i dubbi e le paure che sono parte di noi e che forse solo la parola o la scrittura ci aiutano a stigmatizzare.
Ciao

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 1 giugno 2016, 23:21
da lastellachebrilla
Sarino ha scritto:intorno al coraggio hai avuto coraggio a denudarti così profondamente.
Una presa di coscienza a tutto tondo, senza paletti né limiti in cui spaziare.
Quasi una riflessione ad alta voce, con tutti i dubbi e le paure che sono parte di noi e che forse solo la parola o la scrittura ci aiutano a stigmatizzare.
Ciao


dici che ho avuto coraggio?
si diciamo di si

grazie del commento, sentitamente partecipe
buona serata
ciao

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 4 giugno 2016, 8:25
da stefanocona
f.almerighi ha scritto:ti vorrei fare una domanda semplice semplice: secondo te questa è poesia o sono pensierini con un andare a capo prima del finire della riga?


Si pregano i signori studenti di stare attenti in classe, altrimenti si rischia di confondere il "5 Maggio" di Manzoni con "I Malavoglia" di Verga. :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 4 giugno 2016, 8:32
da stefanocona
Profonda introspezione che però necessiterebbe di punteggiatura. Evitabile in poesia ma necessaria in narrativa.

Certe pause, seppur brevi aiutano nella riflessione intimistica senza nulla togliere allo stato emotivo.

ciao
stefano

Re: intorno al coraggio

MessaggioInviato: 4 giugno 2016, 23:56
da lastellachebrilla
stefanocona ha scritto:Profonda introspezione che però necessiterebbe di punteggiatura. Evitabile in poesia ma necessaria in narrativa.

Certe pause, seppur brevi aiutano nella riflessione intimistica senza nulla togliere allo stato emotivo.

ciao
stefano


ok Stefano
ho fatto qualcosa di simile a quello che mi suggerivi

grazie
tutto sommato mi è servito a mettere un pò d'ordine ... nei pensieri
non so dire di preciso circa la resa
... di certo non posso tradire il mio immenso piacere di non dire tutto quello che so - ma diamine cos'è che so? -
e lasciare che il lettore trascorra un pò del suo tempo a porsi qualche domanda o forse, a trovare qualche risposta o qualche spunto per avvicinarvisi.

davvero grazie per essere generosamente passato di qui
baci, Pina