Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

Opere dei Grandi di cui al titolo della sezione e riflessioni sulle loro opere, correnti di pensiero, e forme espressive.
Regole del forum
Opere dei Grandi di cui al titolo della sezione e riflessioni sulle loro opere, correnti di pensiero, e forme espressive.
Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da baronerampante » 6 luglio 2015, 12:06

Si esce e si chiude la porta
senza pensarci. E quando ci si volta
a vedere quel che si è combinato
è troppo tardi. Se vi sembra
la storia di una vita, d’accordo.

Pioveva. I vicini che avevano la copia
della chiave erano via. Ho provato e riprovato
le finestre del pianterreno. Fissavo
il divano, le piante, il tavolo e le sedie.
lo stereo all’interno.
La mia tazza di caffè e il posacenere mi aspettavano
sul tavolo col piano di cristallo e il mio cuore
era con loro. Li ho salutati: Salve, amici !,
qualcosa del genere. Dopotutto
non era un grosso guaio.
Me ne sono capitati di peggio. Stavolta
era perfino un po’ buffo. Ho trovato la scala.
L’ho presa e l’ho appoggiata alla casa.
Poi mi sono arrampicato sotto la pioggia fino al balcone,
ho scavalcato la ringhiera
e ho provato ad aprire la porta. Chiusa a chiave,
naturalmente. Ma mi sono messo a guardare dentro
lo stesso, la scrivania, le carte e la mia sedia.
Questa era la finestra davanti
alla scrivania da cui alzo gli occhi
e guardo fuori quando sto seduto là dietro.
E’ molto diverso dal pianterreno, ho pensato.
E’ tutta un’altra cosa.

Ed era proprio forte guardare dentro così, senza esser visto,
dal balcone. Essere lì, dentro, eppure non esserci.
Non credo neanche di poterne parlare.
Ho accostato la faccia al vetro
e mi sono immaginato là dentro,
seduto alla scrivania. Che alzo lo sguardo
dal mio lavoro ogni tanto.
E penso a qualche altro posto
e a qualche altro tempo.
Alla gente che amavo allora.

Sono rimasto un minuto lì, sotto la pioggia.
Mi consideravo il più fortunato degli uomini.
Anche se mi ha attraversato un’ondata di dolore.
Anche se mi vergognavo violentemente
del male che avevo fatto all’epoca.
Ho spaccato quella bellissima finestra.
E sono rientrato.
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 24 volte
E’ stato ringraziato: 622 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da vaibhava das » 6 luglio 2015, 16:05

Entrare e non entrare nel contempo, in realtà entrare, mi fa pensare a una storia di due quindicenni riservatissimi, ragazzo e ragazza, i quali, incontratisi, rimasero tra loro distanti alcuni metri per tutto l'incontro, immaginarono di stare fra loro lontani regioni intere tuttavia pensarsi, si inchinarono reciprocamente per votarsi moralmente l'uno all'altra, poi scomparirono. Era l'anno del presente eterno, ed ella vestiva da suor di clausura, sebbene in famiglia.

Ecco, il brano vostro m' adduce a memorie tali.

no avatar
costanza pocechini
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 19:22
Ha ringraziato: 1378 volte
E’ stato ringraziato: 577 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da costanza pocechini » 6 luglio 2015, 17:37

Troppo "bella"...
Aspetto la prossima per ripeterlo :|
Immagine
...non sono un Poeta, interpreto ciò che avverto narrandomelo, narrandolo

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 805
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da stefanocona » 6 luglio 2015, 19:00

leggendo questa poesia si capisce come la Poesia non è nella forma ma nel contenuto.

Almeno tre passaggi sono evidentemente poesia di grande umanità, intorno ai quali l'Autore ha probabilmente tolto tutto il toglibile.

Vita travagliata quella di Carver.

grazie
stefano
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

Avatar utente
Sarino
 
Messaggi: 780
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:59
Ha ringraziato: 55 volte
E’ stato ringraziato: 242 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da Sarino » 6 luglio 2015, 20:40

è indubbia la capacità di Carver di comunicare al di là di ogni forma o estetismo. Una grande opera per un grande artista.
Quando non sai cos'è, allora è jazz! - (La leggenda del pianista sull'oceano)

no avatar
LidiaG
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:13
Ha ringraziato: 517 volte
E’ stato ringraziato: 533 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da LidiaG » 7 luglio 2015, 16:24

E' una "poesia" grandiosa che solo un romanziere poteva scrivere
partire da un fatto banale, se vogliamo, come rimanere chiusi fuori casa e non sapere come fare per rientrare ( a me è successo, mio marito è salito dal balcone e ualà) e trasformarlo in allegoria di certe esistenze.
La trovo eccezionale
Grazie Roberto.
"C’è una foresta vergine in ciascuno di noi in cui preferiamo addentrarci da soli. Avere sempre la solidarietà, essere sempre accompagnati, essere sempre compresi, sarebbe intollerabile."
Virginia Woolf "Collected Essays"

Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da baronerampante » 7 luglio 2015, 23:21

Sì "poesia" cara Lidia è un modo per indicare un oggetto a metà tra il racconto e la poesia, ma mi sembra una strada nuova da cui prendere spunto e qualche poeta lo fa in modo interessante ;) non ti pare? In fondo le metafore sono ormai usurate e usare le cose di tutti i giorni come metafore...mi sembra un'idea vincente
Cara Costanza sì molto bella grazie per il seguito che mi dai a questa rassegna personale di ciò che amo delle poesie di Carver
Mi piace Sarino la tua osservazione sul narcisismo, l'arte per essere arte deve allontanarsi quanto più possibile dal narcisismo...
Caro Stefano grazie per il tuo seguito, sì vita difficile quella di CArver...
Grazie vaibhava das per il tuo passaggio

Un caro saluto a voi
Roberto
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da malatesta » 8 luglio 2015, 7:49

Umilmente, senza toccare nessuna sensibilità, molte cose che io spaccio per poesie sono pezzi che traggo dai miei racconti.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Re: Carver "Chiudersi fuori e poi cercare di rientrare"

da baronerampante » 9 luglio 2015, 17:58

Caro Malatesta
sì quella può essere una strada....

grazie per il tuo commento
Roberto
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse


Torna a I Grandi della letteratura greco/latina italiana e straniera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron