GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

Opere dei Grandi di cui al titolo della sezione e riflessioni sulle loro opere, correnti di pensiero, e forme espressive.
Regole del forum
Opere dei Grandi di cui al titolo della sezione e riflessioni sulle loro opere, correnti di pensiero, e forme espressive.
Avatar utente
guga
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:46
Località: Lido di Roma
Ha ringraziato: 206 volte
E’ stato ringraziato: 370 volte

GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

da guga » 11 luglio 2015, 9:42

Immagine

Ma io voría sapé sta ciarlatana
che pormoni se tiè drent’ar budello,
e chi è stata la porca de mammana
che quanno nacque je tajjò er filello.

Nun è ita a dí in pubbrica funtana
c’a mé nun me s’addrizza piú l’uscello?!
che m’imbrïaca una fujjetta sana?!
ch’io nun zò bono a maneggià er cortello?!

Lassela capità sott’a quest’uggne,
e lo sentirà lei, per dio sagrato,
che ce s’abbusca a frabbicà caluggne.

No, la rabbiaccia che me passa er core
ecco qual è: cche lei m’abbi toccato
in ner debbole mio ch’è su l’onore.

16 marzo 1834


LA CHIACCHIERONA
Io vorrei sapere questa ciarlatana che razza di polmoni si tiene in corpo e qual'è stata la sozza levatrice che all'atto della nascita le sciolse lo scilinguagnolo.
Non è andata a raccontare alla fontana pubblica che io non ho più erezioni?!... Che mi ubriaco con mezzo litro di vino e non sono più capace a difendermi usando il coltello?!
Ma lascia che mi capiti sotto le unghie e lo sentirà da sé, per Dio consacrato!, cosa si guadagna a mettere in giro certe calunnie.
Nooo... La rabbia che mi opprime il cuore è che lei mi abbia colpito nel punto debole: nell'onore.


(Ieri come oggi l'onore di tanti uomini risiede nella potenza sessuale, nel tollerare i vizi - tra i quali quello dell'alcool - e nella prepotenza spicciola di tutti i giorni...
Lo studio, il lavoro, la gentilezza l'amore per il bello sono sconosciuti: al giorno d'oggi - il tempo è passato invano - lasciano posto allo stupro, al furto, all'inganno, al razzismo, all'intolleranza...
Profetico, come sempre, il Belli nei suoi sonetti!...)

no avatar
costanza pocechini
 
Messaggi: 1198
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 19:22
Ha ringraziato: 1378 volte
E’ stato ringraziato: 577 volte

Re: GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

da costanza pocechini » 11 luglio 2015, 10:41

SE È VERO CHE LA GUERRA...
Trilussa (Carlo Alberto Salustri)


Se è vero che la guerra
purifica la terra,
come diventerà
bona l'umanità!

Non più l'odio de razza,
non più l'odio de classe
che avvelenò le masse,
che insanguinò la piazza:
ma er povero e er signore
saranno pappa e cacio:
sopra ogni bocca un bacio,
sotto ogni bacio un core.
Lavoreremo senza
nessuna difidenza.

Nun sarà più permesso
ch'er Popolo Sovrano
se scortichi, le mano
pe' fa' la scala a un fesso.
Se quarche chiacchierone
volesse fa' er tribbuno
nun ce sarà più uno
che je darà raggione.
Faremo un ripulisti
de tutti l'arrivisti.

L'Onore e la Morale
ritorneranno a galla
e giocheranno a palla
cór Codice Penale.
Chi sfrutta li cristiani
nun farà più quattrini.
Addio, vecchi strozzini!
Addio, vecchi ruffiani!
Addio per sempre, addio,
padron de casa mio!

Quarche signora prima
faceva un po' la matta,
ma doppo, a pace fatta,
se rifarà la stima:
nun guarderà più un cane,
meno er marito suo...
(Eh, Nina! quello tuo
chissà come rimane!
Era così contento
der vecchio adattamento!)

Saremo tutti boni,
saremo tutti onesti
come li manifesti
ner tempo d'elezzioni.
Qualunque vizzio c'era
sarà purificato...
Che Popolo educato!
Che Borghesia sincera!
Che Società pulita
ciavrà la nova vita!

Ma se la guerra, in fonno,
doppo 'sti fatti brutti,
nun ce rinnova a tutti,
nun ripulisce er monno,
li pronipoti nostri
ner ripassà la Storia
direbbero: — Accicoria!
Ammazzeli che mostri!
Scannaveno la gente
pe' nun concrude gnente!"

23 aprile 1916


(mah, secondo me, chi nasce cor foco drendro,
e non solo, 'na guerra... 'na lotta da combbatte
lo vedrà sempre sur fronte ;)
Immagine
...non sono un Poeta, interpreto ciò che avverto narrandomelo, narrandolo

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 24 volte
E’ stato ringraziato: 622 volte

Re: GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

da vaibhava das » 11 luglio 2015, 11:02

Certe volte Gioacchino Belli scriveva in romanesco, altre proprio in romanaccio, come ci appare qua.

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 24 volte
E’ stato ringraziato: 622 volte

Re: GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

da vaibhava das » 11 luglio 2015, 11:05

costanza pocechini ha scritto:
SE È VERO CHE LA GUERRA...
Trilussa (Carlo Alberto Salustri)


Se è vero che la guerra
purifica la terra,
come diventerà
bona l'umanità!

Non più l'odio de razza,
non più l'odio de classe
che avvelenò le masse,
che insanguinò la piazza:
ma er povero e er signore
saranno pappa e cacio:
sopra ogni bocca un bacio,
sotto ogni bacio un core.
Lavoreremo senza
nessuna difidenza.

Nun sarà più permesso
ch'er Popolo Sovrano
se scortichi, le mano
pe' fa' la scala a un fesso.
Se quarche chiacchierone
volesse fa' er tribbuno
nun ce sarà più uno
che je darà raggione.
Faremo un ripulisti
de tutti l'arrivisti.

L'Onore e la Morale
ritorneranno a galla
e giocheranno a palla
cór Codice Penale.
Chi sfrutta li cristiani
nun farà più quattrini.
Addio, vecchi strozzini!
Addio, vecchi ruffiani!
Addio per sempre, addio,
padron de casa mio!

Quarche signora prima
faceva un po' la matta,
ma doppo, a pace fatta,
se rifarà la stima:
nun guarderà più un cane,
meno er marito suo...
(Eh, Nina! quello tuo
chissà come rimane!
Era così contento
der vecchio adattamento!)

Saremo tutti boni,
saremo tutti onesti
come li manifesti
ner tempo d'elezzioni.
Qualunque vizzio c'era
sarà purificato...
Che Popolo educato!
Che Borghesia sincera!
Che Società pulita
ciavrà la nova vita!

Ma se la guerra, in fonno,
doppo 'sti fatti brutti,
nun ce rinnova a tutti,
nun ripulisce er monno,
li pronipoti nostri
ner ripassà la Storia
direbbero: — Accicoria!
Ammazzeli che mostri!
Scannaveno la gente
pe' nun concrude gnente!"

23 aprile 1916


(mah, secondo me, chi nasce cor foco drendro,
e non solo, 'na guerra... 'na lotta da combbatte
lo vedrà sempre sur fronte ;)

Chi scrive ha bell'e capito come vanno, le questioni....

Avatar utente
guga
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:46
Località: Lido di Roma
Ha ringraziato: 206 volte
E’ stato ringraziato: 370 volte

Re: GIUSEPPE GIOACHINO BELLI - La chiacchierona

da guga » 11 luglio 2015, 14:09

vaibhava das ha scritto:Certe volte Gioacchino Belli scriveva in romanesco, altre proprio in romanaccio, come ci appare qua.


Belli scriveva SEMPRE in romanesco.
Il dialetto "romanaccio" non esiste se non nelle menti di coloro che si scandalizzano per la "verità sfacciata" dei suoi personaggi.
Questa è la grandezza di Giuseppe Gioachino, quella che lo ha fatto uno dei più grandi Poeti dell'umanità, all'altezza di Omero e Dante: di suo, naturalmente, ci ha messo la passione e la straordinaria cultura di cui era portatore.


Torna a I Grandi della letteratura greco/latina italiana e straniera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron