...e ora puoi riposare (silloge)*********************

Regole del forum
La Biblioteca contiene le Opere che l'Amministrazione sceglie tra quelle che hanno ricevuto almeno CINQUE segnalazioni dai commentatori. Contiene altresì le Opere che pur non avendo ricevuto segnalazioni sono considerate dall'Amministrazione meritevoli di essere trasferite in Biblioteca
Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da baronerampante » 10 settembre 2015, 9:13

Le mie stanze affollavi

ora è notte di gridi
si lamentano al vento le porte

il lume vacilla.

***

Ti porto dentro
come l’usignolo della fiaba
la spina della rosa

***
I pappagalli sull’alto pino
schiamazzano ancora
dentro al frastuono fitto dei rami

come quando
meravigliavi in un arcobaleno
quello sciame confuso di suoni.

***

Il tuo saluto di luce
nell’oro di quella panchina

ancora ricerco

***

Pendono allineati i tuoi vestiti
uno a fianco all’altro
nell’ombra dell’armadio
le scarpe nella polvere che posa
in ordine sopra al ripiano
le collane asserpate nel cassetto

tutto è uguale
e pane indurito il mio giorno.

***

Sul frigorifero arrugginito
i punti del latte, il mazzo di carte da gioco,
la pila da un volt e mezzo
nel cartoncino vuoto

tutto è come prima

nuovo
il silenzio e l’abatjour spenta

annaspo
tra i mobili della cucina
se – prima rappreso sul cuore –
d’improvviso mi trafigge il tuo volto.


***

Anche stanotte riluce ostinato il tuo volto
con gesti usuali ti muovi in cucina

- dentro la luce brucia il sorriso –

mi porgi una tazza di latte
<< Prendi, ninau>>
son calde le mani
sereno
avvicino le labbra

ti perdo d’improvviso nel buio

scende piano nella gola il dolore.

***

Sobbalzo nella notte all’improvviso
mi punge come spina la tua assenza

intorno cantano uccelli la vita
e tu sei rigido e freddo silenzio

ti vedo riflessa
nell’immagine del babbo
che mite dorme a fianco dell’assenza.

***
I contorni di te
son più nitidi ora
di quando mi eri negli occhi.

Ma con la tua voce
ho perso ogni cosa innocente.

***

Temo che tutto sia
come se nulla mai fosse stato

scia che nave tracciò dentro l’acqua.

***

Un'assenza incurante
mi porto nei giorni

sei sorpresa di non essermi più dentro
né ferita né abrasione al tuo nome
ma vocali e consonanti
in cui spira vento

né un sorriso né uno sguardo
che mi salvi.

***

I giornalini e i ragni di gomma neri
distesi lungo il marciapiede:
il gioco da grandi in mezzo al sole
l'odore fresco dei pini dopo la pioggia
e la sorpresa delle mille lumache
su su per le foglie
le biglie rosse e verdi con le bollicine
e quelle bianche- le più rare-
i mazzetti di figurine si vincono e si perdono
in ginocchio sullo spigolo del gradino
la graziella bianca con il freno a pedale
e Tu con il sorriso affaticato
che sai, sì imparerò a guidare

ed ora puoi riposare
con lieve gesto ti ripongo in un bacio
come il tuo tanto atteso prima di dormire
lo proteggo
in una piega segreta
di gioia.
Ultima modifica di baronerampante il 10 settembre 2015, 9:34, modificato 1 volta in totale.
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 774
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 262 volte
E’ stato ringraziato: 186 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)

da lastellachebrilla » 10 settembre 2015, 9:28

...di certo non basterà la biblioteca a contenere tutta l'emozione
che suscitano i tuoi versi

alcune immagini sono davvero splendide

[b...]come quando
meravigliavi in un arcobaleno
quello sciame confuso di suoni.

Temo che tutto sia
come se nulla mai fosse stato

scia che nave tracciò dentro l’acqua.

....lo proteggo
in una piega segreta
di gioia.[/b]


di un sentimento grande e forse indescrivibile
narri nei tuoi versi

grazie per la condivisione
ciao

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 24 volte
E’ stato ringraziato: 622 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)

da vaibhava das » 10 settembre 2015, 19:53

Chi sa dalla prospettiva attuale, i trapassati come ci vedono, certo, da un altro piano e con panoramica maggiore...

Avatar utente
Anna Naro
 
Messaggi: 516
Iscritto il: 16 dicembre 2014, 20:00
Ha ringraziato: 62 volte
E’ stato ringraziato: 225 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)

da Anna Naro » 10 settembre 2015, 20:22

Tutta la silloge e'struggente e il dolore palpita come il cuore che non ha mai cessato il suo ritmo d'amore.
E come dimenticare chi hai tanto amato e tanto ti ha amato e continua a starti vicino nonostante la vita, da allora,
Sia diventata come un pezzo di pane duro.
La figura della mamma ne viene fuori come un gigante che ha protetto la casa ed ha dato senso alla vostra vita.
Bellissimo il riferimento e tenero, a tuo padre.
Un abbraccio
Anna
Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno. La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia!
(Kahlil Gibran)

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 799
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da stefanocona » 11 settembre 2015, 18:16

Spostata in Home Page.

Grazie per questo eccellente lavoro di selezione, Roberto.

stefano
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

no avatar
LidiaG
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:13
Ha ringraziato: 517 volte
E’ stato ringraziato: 533 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da LidiaG » 13 settembre 2015, 15:37

Ti lascio il mio applauso, hai creato un racconto di vita e di sentimenti con questa silloge, si avverte il dolore, si respira Amore con la maiuscola. Ottimo lavoro, Roberto
"C’è una foresta vergine in ciascuno di noi in cui preferiamo addentrarci da soli. Avere sempre la solidarietà, essere sempre accompagnati, essere sempre compresi, sarebbe intollerabile."
Virginia Woolf "Collected Essays"

Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da baronerampante » 22 settembre 2015, 11:07

Cara Stellachebrilla grazie per la tua lettura attenta.
Sì il sentimento è stato grande come grande il dolore, il percorso che volevo descrivere in questa silloge è la parabola che parte dal dolore dell'assenza ora è diventato una ricchezza che mi accompagna serena.
Sì Anna una figura grande, una donna forte con grandi fragilità, grazie per la tua lettura partecipe e profonda
Si Lidia hai colto l'Amore che emerge quanto più il dolore si spegne. Grazie per la tua lettura empatica
Grazie Stefano per la segnalazione :)

Un abbraccio a tutti coloro che hanno rivissuto con me questa storia della mia vita
Roberto
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)

da baronerampante » 22 settembre 2015, 11:09

vaibhava das ha scritto:Chi sa dalla prospettiva attuale, i trapassati come ci vedono, certo, da un altro piano e con panoramica maggiore...


Non so. Come non so se ci vedono :(

Grazie per il tuo passaggio
Roberto
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

Avatar utente
Elena Franchitti
 
Messaggi: 316
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 8:12
Ha ringraziato: 147 volte
E’ stato ringraziato: 94 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da Elena Franchitti » 5 ottobre 2015, 18:07

Una raccolta selettiva d'amore e poesia.
Incantata.
M'inchino.
Elena

Avatar utente
baronerampante
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 24 febbraio 2015, 23:27
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 82 volte

Re: ...e ora puoi riposare (silloge)*********************

da baronerampante » 6 ottobre 2015, 20:11

Grazie Elena
in queste poesie c'è soprattutto amore e sofferenza.

Un saluto
Roberto
"L'artista dovrà impiegare tutta l' energia, la sincerità e la più grande modestia per prendere le distanze, durante il suo lavoro, da vecchi clichés". Matisse

Prossimo

Torna a Biblioteca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite