in distanze di volti*******************

Regole del forum
La Biblioteca contiene le Opere che l'Amministrazione sceglie tra quelle che hanno ricevuto almeno CINQUE segnalazioni dai commentatori. Contiene altresì le Opere che pur non avendo ricevuto segnalazioni sono considerate dall'Amministrazione meritevoli di essere trasferite in Biblioteca
Avatar utente
Sarino
 
Messaggi: 780
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:59
Ha ringraziato: 55 volte
E’ stato ringraziato: 242 volte

in distanze di volti*******************

da Sarino » 15 dicembre 2015, 23:12

quando in distanze di volti
mancarono gli anni dei vecchi
furono lacrime i marciapiedi

i passi durarono alle ombre
come in mancanza di foglie
e le altitudini vissero
una misera intrusione d’alberi

venne il vento che in nome di altri
non decise per alcuna voce
e la pioggia grigia d’emozione
volò in cadenza

anche il silenzio
inverso e condominiale
scelse panchine e un fuori orma
lungo la strada

i volti riempirono d’assenza
le traiettorie e non ebbero sorrisi
i corpi tra la gente
nemmeno per dettare una stagione

poi in abitudine al tempo
gli uccelli si fermarono a nutrire sogni

*stralci di un pomeriggio uggioso : la vita delle panchine in solitudine e quella di un vecchio signore che parlava di colombi e molliche di pane. Tutt’intorno il mondo di sempre, di corsa e senza occhi. Una ragazza e il cellulare da amare, due carrozzine che inseguivano il loro tempo, la fermata dell’autobus carica di storie, un gruppo di ragazzi in tenuta da calcio. Ma addosso a tutti l’indifferenza degli altri, soprattutto per le parole e gli occhi del vecchio.

Quando non sai cos'è, allora è jazz! - (La leggenda del pianista sull'oceano)

no avatar
LidiaG
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:13
Ha ringraziato: 517 volte
E’ stato ringraziato: 533 volte

Re: in distanze di volti

da LidiaG » 16 dicembre 2015, 10:10

Stavolta, se anche non avessi inserito la chiosa , la tua poesia sarebbe arrivata forte e chiara dritta al cuore.
Così è stato per me e la tua postilla un valore aggiunto ma non necessario: una delle tue più riuscite sul piano della visualizzazione nel linguaggio poetico che ti caratterizza.La scelta di simboli accostamenti metafore è sempre congrua ed efficacemente espressa in chiave universale.
chapeau
"C’è una foresta vergine in ciascuno di noi in cui preferiamo addentrarci da soli. Avere sempre la solidarietà, essere sempre accompagnati, essere sempre compresi, sarebbe intollerabile."
Virginia Woolf "Collected Essays"

Avatar utente
guga
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:46
Località: Lido di Roma
Ha ringraziato: 206 volte
E’ stato ringraziato: 370 volte

Re: in distanze di volti

da guga » 16 dicembre 2015, 11:00

Sarino ha scritto:quando in distanze di volti
mancarono gli anni dei vecchi
furono lacrime i marciapiedi

i passi durarono alle ombre
come in mancanza di foglie
e le altitudini vissero
una misera intrusione d’alberi

venne il vento che in nome di altri
non decise per alcuna voce
e la pioggia grigia d’emozione
volò in cadenza

anche il silenzio
inverso e condominiale
scelse panchine e un fuori orma
lungo la strada

i volti riempirono d’assenza
le traiettorie e non ebbero sorrisi
i corpi tra la gente
nemmeno per dettare una stagione

poi in abitudine al tempo
gli uccelli si fermarono a nutrire sogni

*stralci di un pomeriggio uggioso : la vita delle panchine in solitudine e quella di un vecchio signore che parlava di colombi e molliche di pane. Tutt’intorno il mondo di sempre, di corsa e senza occhi. Una ragazza e il cellulare da amare, due carrozzine che inseguivano il loro tempo, la fermata dell’autobus carica di storie, un gruppo di ragazzi in tenuta da calcio. Ma addosso a tutti l’indifferenza degli altri, soprattutto per le parole e gli occhi del vecchio.



straordinariamente emozionante!
mai ti avevo letto così ispirato, visionario, pittore d'immagini.
una poesia da conservare.
mi prendo il diritto di trasferirla in BIBLIOTECA dopo che avrà ricevuto qualche altra lettura.

Avatar utente
sapone g.
 
Messaggi: 855
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 1:46
Ha ringraziato: 94 volte
E’ stato ringraziato: 320 volte

Re: in distanze di volti

da sapone g. » 16 dicembre 2015, 13:46

è vero " emozionante " come dovrebbe sempre essere la poesia,
un turbine di immagini per una giornata uggiosa.

Grazie Pino

Avatar utente
guga
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 0:46
Località: Lido di Roma
Ha ringraziato: 206 volte
E’ stato ringraziato: 370 volte

Re: in distanze di volti*******************

da guga » 16 dicembre 2015, 19:11

per il momento l'ho stellettata.
attendo qualche giorno prima di trasferirla in BIBLIOTECA.

Avatar utente
DanieleD
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 22 gennaio 2015, 21:09
Ha ringraziato: 3 volte
E’ stato ringraziato: 27 volte

Re: in distanze di volti*******************

da DanieleD » 16 dicembre 2015, 22:08

E' da questa mattina alle 6 che mi fai compagnia con questo splendore, grazie Sarino, grazie di cuore.
Più che da biblioteca io la trovo da libreria.
Daniele.
"... anche le stelle non sanno d'annegare senza l'infinito"

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 805
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: in distanze di volti*******************

da stefanocona » 17 dicembre 2015, 11:25

guga ha scritto:per il momento l'ho stellettata.
attendo qualche giorno prima di trasferirla in BIBLIOTECA.


Nel frattempo la massima evidenza in Home Page, per questa Poesia che considero tra le più riuscite di Sarino.

Complimenti

stefano
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 805
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Re: in distanze di volti*******************

da stefanocona » 22 febbraio 2016, 9:16

biblioteca
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409


Torna a Biblioteca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite