Scherzo ( quasi Leopardi )

Rifacimento in chiave di parodia di famose Poesie dei Grandi della nostra letteratura
Regole del forum
Parodia di famose Poesie dei Grandi della nostra letteratura.
Gli Autori dovranno rispettare per quanto possibile la struttura dell'originale ( strofe, metrica rime assonanze etc etc.)
Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Scherzo ( quasi Leopardi )

da malatesta » 13 febbraio 2016, 17:24

puerlongaevus ha scritto:
malatesta ha scritto:Quando fanciulli io venni
A conoscer le ragase in Bolognina
L’una di quelle mi pigliò per mano
E poi tutto quel giorno
La mi menò intorno
A ripassare la brighellina.
Mostrommi parte a parte
Gli strumenti della sua arte
E i servigi diversi
A che ciascuno di loro
S’adopra nel lavoro
Delle pose e dei sensi.
Io mirava, e chiedeva
Ragasa, la figa ov’è? Disse la bea
La figa è consumata; or facciamo senza
Ed io, ma di rifarla
Non vi cal, soggiungeva, quand’ella è stanca?
Rispose: hassi a rifar, ma il cialis manca


Originale di Leopardi

Scherzo

Quando fanciullo io venni
A pormi con le Muse in disciplina,
L'una di quelle mi pigliò per mano;
E poi tutto quel giorno
La mi condusse intorno
A veder l'officina.
Mostrommi a parte a parte
Gli strumenti dell'arte,
E i servigi diversi
A che ciascun di loro
S'adopra nel lavoro
Delle prose e de' versi.
Io mirava, e chiedea:
Musa, la lima ov'è? Disse la Dea:
La lima è consumata; or facciam senza.
Ed io, ma di rifarla
Non vi cal, soggiungea, quand'ella è stanca?
Rispose: hassi a rifar, ma il tempo manca.



ma proprio non te manca a tia il cialis o il tempo e nemmeno te manca l'aspirazione e l'inspirazione, azzzzzz che traduzione a dir poco e d'emblè pasoliniana , bè mi sto divertendo da matti qui dove scopro dei pazzi scatenati a dir poco da TSO immediato e pisikiatriko!!!!!!!!!!!!!!


Il tempo non è mai troppo per cazzeggiare, quello che metto in questa sezione è roba un po' vecchiotta, ma vedo che regge ancora bene gli anni.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Precedente

Torna a Blasfemie poetiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron