Pagina 1 di 3

Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 6 gennaio 2015, 16:12
da Cecil
Ha una vibrazione ovattata dicembre
un lascito di esigue malinconie
ma si appendono ai rami di resine e aghi
florilegi di buoni pensieri
speranzose euforie, sebbene clandestine.
Ardua la percezione della gioia
quasi fosse un bolide nel buio
questa luminaria di intenzioni
questa contentezza prorogata
esiliata dal giorno che ci scorre.
E se accadesse una mattina
di trovarla accanto
fuori fuoco per troppa vicinanza
quieta, inaspettata,
così come al risveglio la neve?

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 6 gennaio 2015, 22:05
da Anna Naro
"E se accadesse una mattina
di trovarla accanto
fuori fuoco per troppa vicinanza
quieta, inaspettata,
così come al risveglio la neve"

E perché no? La gioia è spesso silenziosa come la neve, basta saperla riconoscere anche nelle piccole, piccolissime cose di ogni giorno!
Bellissima la tua poesia ! Ha il sapore buono di resina e incenso come le feste appena vissute!
Auguri, carissima, e felice di ritrovarti ancora
Anna

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 0:07
da RAS
.

Avendo una idiosincrasia congenita verso i dicembri festaioli sono indotto
a leggere questa bella poesia con un'ottica tutt'altro che benevola …

solo la neve a l'intimità della natività sono in sintonia con il mio spirito
tutto il resto mi è indifferente …

ma tu hai scritto una poesia non un trattato su dicembre …quindi chappeau…

.

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 9:32
da f.almerighi
... rispondo al quesito posto in chiusa, sarebbe davvero un buon destino. Il tuo scrivere è di livello, complimenti

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 9:46
da costanza pocechini
CHAPEAUX :!:

BENTORNATA AMICA MIA

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 10:17
da Rosario
Cecil ha scritto:Ha una vibrazione ovattata dicembre
un lascito di esigue malinconie
ma si appendono ai rami di resine e aghi
florilegi di buoni pensieri
speranzose euforie, sebbene clandestine.
Ardua la percezione della gioia
quasi fosse un bolide nel buio
questa luminaria di intenzioni
questa contentezza prorogata
esiliata dal giorno che ci scorre.
E se accadesse una mattina
di trovarla accanto
fuori fuoco per troppa vicinanza
quieta, inaspettata,
così come al risveglio la neve?



Beh cara Cecil,
la neve improvvida sembra cheta,
certo non è discreta come te che torni qui con la tua scrittura
ed io ti dico: bentornata!
Quel suo bianco adagiarsi lento-se non è bufera-
scalcia la città e a volte la fa andare in tilt
e presto a gambe all'aria: no non è cheta,
ma gelida matrona che domina ...
Sui clivi e sui colli è amena qui dove si vive: gela!
Le malinconie dicembrine le conosco, simili e contrarie
a quelle d'agosto con qualche luminaria in più
e delle pretese da nouvelle vague animistica
ma sostanzialmente commerciale!
Ecco tu hai colto delle atmosfere
senza mentire sulle mentite spoglie:
ardua è la percezione della gioia
se non reale per gli studenti
ed effimera per chi lavora a stento ...
Piaciuto il tuo "ovattato" rientro!

Ciao
Rosario

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 11:55
da stefanocona
Caducità dei buoni sentimenti natalizi espressa con qualità poetica di rilievo.

Se davvero una mattina ci si svegliasse come tu ipotizzi, forse non servirebbe nemmeno più il Natale.

Ottima poetica la tua Cecil

complimenti

stefano

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 20:15
da Cecil
Anna Naro ha scritto:"E se accadesse una mattina
di trovarla accanto
fuori fuoco per troppa vicinanza
quieta, inaspettata,
così come al risveglio la neve"

E perché no? La gioia è spesso silenziosa come la neve, basta saperla riconoscere anche nelle piccole, piccolissime cose di ogni giorno!
Bellissima la tua poesia ! Ha il sapore buono di resina e incenso come le feste appena vissute!
Auguri, carissima, e felice di ritrovarti ancora
Anna

grazie, cara Anna, tanti auguri anche a te.
le piccole gioie spesso non si vedono e si perdono, vorrei, io per prima, essere più attenta e non farmele sfuggire :)

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 20:18
da Cecil
egodoge ha scritto:Resa magnificamente l'attesa e la disillusione dei giorni che chiudono l'anno, che giusto o non giusto è un pezzo di vita.


grazie, ego, un pezzo di vita da vivere con maggiore rilassatezza lontani dalla frenesia

Re: Pensieri di neve e feste

MessaggioInviato: 7 gennaio 2015, 20:20
da Cecil
RAS ha scritto:.

Avendo una idiosincrasia congenita verso i dicembri festaioli sono indotto
a leggere questa bella poesia con un'ottica tutt'altro che benevola …

solo la neve a l'intimità della natività sono in sintonia con il mio spirito
tutto il resto mi è indifferente …

ma tu hai scritto una poesia non un trattato su dicembre …quindi chappeau…

.


ciao, Ras :) ma in fondo non la pensiamo diversamente, le luci scintillanti sono solo un'illusione di allegria e gioia