Al sogno che mi venne in padre

Regole del forum
Opere Poetiche di tutti i generi( dalla Ballata al Madrigale, dallo Strambotto al Sonetto, dall'Ode alla Romanza etc etc ) ed espresse con le più varie tendenze e correnti poetiche ( dal Dolce Stil Novo, al Futurismo, all'Ermetismo, al Modernismo etc etc.

I commenti alle Poesie pubblicate siano essi di apprezzamento o di critica debbono essere motivati indicando i n via generica i punti di forza e di debolezza che il commentatore riscontra. ( contenuto poetico , genere e tendenza , figure poetiche, stile espressivo etc etc)

Non sono consentiti nella Sezione suggerimenti e parziali riscritture di versi strofe e semplici lemmi , per i quali si rimanda alla sezione appositamente dedicate ( Laboratorio Poetico)
Avatar utente
Sarino
 
Messaggi: 772
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 12:59
Ha ringraziato: 55 volte
E’ stato ringraziato: 240 volte

Re: Al sogno che mi venne in padre

da Sarino » 29 settembre 2017, 20:13

f.almerighi ha scritto:il tema della nostalgia per quel bagaglio di cose e di ricordi lasciati molto più a Sud in quella terra bellissima e violentata, torna spesso nella tua poetica, e il padre ti venne in sogno...


Caro Flavio non potrei fare a meno della nostalgia e non solo di quella terra che mi ha visto in nascita, ma anche dei sapori, dell'odore del mare, dei vicoli con poca luce, dei sogni cantati al vento, delle passeggiate in tasca alla luna! Mio padre è parte di me come di tutte queste cose e il suo venirmi in sogno non fa che riportarmi a quel gioco bambino che mi piaceva da morire.
Grazie e a presto sentirci. Un abbraccio
P.s. ultimamente ci siamo un pò persi e ne sono dispiaciuto, ma per me è un periodo alquanto strano, a tratti complicato.
Quando non sai cos'è, allora è jazz! - (La leggenda del pianista sull'oceano)

Precedente

Torna a Poesia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron