Un nodo da sciogliere. Anzi tre (da "L'orecchio dell'anima")

Regole del forum
Testi caratterizzati da una trama che si sviluppa attraverso azioni e situazioni in cui si muovono i personaggi.
Avatar utente
stefanocona
Presidente
 
Messaggi: 797
Iscritto il: 24 novembre 2014, 8:53
Località: Anzio
Ha ringraziato: 45 volte
E’ stato ringraziato: 268 volte

Un nodo da sciogliere. Anzi tre (da "L'orecchio dell'anima")

da stefanocona » 12 agosto 2017, 10:18


Le acque scure del lago lambivano, nelle giornate di vento, il basamento delle mura di Nicea.

Silvestro era nervoso come raramente gli accadeva di essere.

Doveva decidere in fretta e sapeva che dalla sua decisione sarebbe dipeso il futuro dei secoli a venire.

Uno e trino oppure uno, due, tre?

Questo era il nodo da sciogliere. Personalmente poco lo interessava la questione, dal momento che uno o trino avrebbe comunque lasciato poco spazio alla ragione, giacchè se atto di fede si doveva compiere, tutto si poteva decidere senza tante spiegazioni, che logiche non sarebbero potute mai essere, né divenire in alcun modo.

Ma c’era Costantino di mezzo! Quel rompicoglioni che pur essendosi molto adoperato per la causa, ora pretendeva di dettare le sue tesi come se fosse lui il governatore assoluto della religione.

Silvestro stava valutando i pro ed i contro.

Se avesse avallato la tesi ariana, avrebbe mantenuto in qualche modo l’unità della Chiesa, ma sicuramente avrebbe perso l’appoggio di Costantino, di cui invece aveva estremo bisogno per giungere alla conclusione epocale che il paganesimo era ormai cosa superata.

Senza contare che il monoteismo era la vera novità della Religione occidentale e se per caso si fosse dato spazio al sospetto che Cristo fosse una identità diversa da Dio e dallo Spirito Santo, allora si sarebbe rischiato di ricadere nella banalità bieca del politeismo religioso.

Il problema grosso era che la Bibbia era costellata di passi in cui si leggeva chiaramente che i tre personaggi erano distinti e separati e ad una attenta osservazione con conseguente dibattito sarebbe emersa la contraddizione di quanto invece si voleva per forza affermare, secondo l’idea di Costantino.

Ma in fondo chi sapeva leggere tra i tanti? Pochi. Solo pochi. Ed anche quei pochi non avevano certo l’adeguata istruzione per poter elaborare teoremi atti a supportare eccezioni valide a contrastare la Verità che sarebbe uscita da quel Concilio.


Ma si! Molto meglio non inimicarsi Costantino e rischiare una scissione. In fondo se il potere fosse stato dalla sua parte, chi avesse deciso di pensarla diversamente avrebbe avuto vita difficile.
E poi ...meglio una buona Unica Divinità che Tre separate!

Silvestro si affacciò alla finestra e guardò il lago.

Il vento era cessato ed ora l’acqua appariva immobile, quasi come un tappeto sul quale camminare senza sentire il freddo dei marmi.

Sorrise. Lui stesso aveva provato diverse volte a farlo. Ma affondava sempre. Eppure era Papa. Come avesse fatto quell’Altro ancora non lo capiva. E non lo avrebbe mai capito. Dunque c’era poco da capire. Solo credere. E credere per credere, una cosa sarebbe valsa l’altra

Si stirò e con uno sbadiglio decise di andarsene a letto. L’indomani sarebbe stata una giornata impegnativa.
Stefano Antonio Mariano Cona


Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. ( Neruda)

my page
viewtopic.php?f=26&t=3077&p=16409#p16409

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1728
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 21 volte
E’ stato ringraziato: 575 volte

Re: Un nodo da sciogliere. Anzi tre (da "L'orecchio dell'ani

da vaibhava das » 12 agosto 2017, 12:40

Tre Aspetti di una Verità unitaria;
Filius ab Pater, Qui per Spirtum Sanctum
scese, in Essenza di fragrante aria...

.....la natura umana procede da quella divina, e un bel dogma a sugello della postulazione si intonerebbe egregiamente. Chi sa se, riducendo a pane e acqua il vitto del concistoro, come concilio si sarebbe misteriosamente abbreviato, malignava il Ghino di Tacco, signorotto ghibellino sulla rocca di Radicofani.....

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1728
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 21 volte
E’ stato ringraziato: 575 volte

Re: Un nodo da sciogliere. Anzi tre (da "L'orecchio dell'ani

da vaibhava das » 13 agosto 2017, 7:44

Confermando le istanze paoline, tese al celibato obbligatorio del clero, nel concilio di Nicea la chiesa ha smesso di essere apostolica. Paolo di Tarso non fu apostolo, bensì discepolo del rabbino Gamaiele, furiosamente nemico del cristianesimo, cui Saulo rimase legato, fin dopo la "conversione", sospetta, se riflettiamo sul fatto che, con la scusa del rinnovamento in Cristo e della conseguente semplicità, Saulo l'omicida di cristiani decise di togliere le normative igieniche, estetiche, alimentari dalla disciplina dei cristiani che pretese di guidare scavalcando i dodici apostoli. Chi, per semplicità, toglierebbe la carrozzeria e le ruote da un'auto, perché, "essenzialità", basta il motore?
Infatti, dopo l'infiltrazione di Saulo, miracoli grossi, come il risuscitar di morti o il camminamento sulle acque, tra i seguaci ormai parziali di Cristo non ne comparvero più.

no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 742
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 241 volte
E’ stato ringraziato: 185 volte

Re: Un nodo da sciogliere. Anzi tre (da "L'orecchio dell'ani

da lastellachebrilla » 13 agosto 2017, 22:44

Correnti di pensiero diverse che ho avuto l'opportunità di conoscere
Affermano che ogni creatura vivente e non vivente è dio, quanto ogni creatura
Visibile e non visibile partendo dal presupposto che Dio è unione e mai divisione

Grazie per la lettura e la pubblicazione
Buona serata
Ciao


Torna a Narrativa - Racconti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite