Viaggi in classe zero – La Freccianera

Regole del forum
Testi caratterizzati da una trama che si sviluppa attraverso azioni e situazioni in cui si muovono i personaggi.
Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Viaggi in classe zero – La Freccianera

da malatesta » 27 ottobre 2015, 21:44

“Mi scusi, ma lei è la Go……”, sto per dire alla bella signora bionda mesciata ma non troppo che si è appena accomodata nella poltrona di fronte, ma un’occhiataccia di quelle che non fanno sconti a noi maschi un po’ andati, mi lascia tra i denti “…ggi” e mi fa inghiottire di traverso anche il “Go”, insomma mi fa uno “Stop” senza possibilità di ripartenza.
“Questo provinciale vorrebbe entrare nella mia privacy, vorrebbe fare l’incontro della sua vita”, le leggo sulle labbra da ventriloquo, o forse lo penso solo io, ma intanto incasso la sua snobaggine e la porto a casa.

E pensare che me ne innamorai, quando cavalcava a pelo come un maschiaccio nelle foreste di non ricordo dove, arciere infallibile, androgina antesignana di decenni, con un taglio netto di basette da coiffeur startrekkiano.
Ora l’eroina della Freccianera mi sta davanti, seduta come una signora in viaggio per caso, ma mi rifiuta il saluto, non vuole cedere alla curiosità di un viaggiatore qualunque, oppure forse mi sono sbagliato, davanti a me c’è solo una donna d’affari o la politica di turno che le somiglia, in fondo oggi la Frecciarossa fa molto politically correct.

Ecco come posso rompere la barriera di ghiaccio che si è alzata tra noi, la Freccianera che viaggia su una Frecciarossa, che bel gioco di parole!!!!
Mi sembra una bella idea solo il tempo di riflettere che il ragionier Fantozzi avrebbe detto “è una cagata pazzesca”, e mentre penso non riesco a non sorridere dentro e fuori, come quando sono tutto solo e felice di esserlo.

La signora se ne avvede, alza gli occhi verso di me, anzi uno alla volta, quasi fa un occhiolino e poi li appaia, prima di chiuderli con la lentezza del sonno invincibile.
Ma io ho fatto giusto in tempo a leggere nel suo sguardo “mi spiega questo suo sorrisino, che fa, si dice barzellette da solo, non sa che il riso abbonda sulla bocca degli stolti?”
Altro che Freccianera, è una freccia avvelenata, penso, ed intanto profitto del suo sonnellino vero o finto che sia per osservarla per bene.

E la rivedo mentre scende da cavallo e sguaina uno spadone più grande di lei, si mette in guardia e lancia due frecce nere con i suoi occhioni che attraversano l’etere per giungere dal tubo catodico al mio cuore, è un tuffo in un innamoramento che lasciò il segno, e ancora oggi per me l’androginia è una bellezza per fantasticare.
Ma lei non si commuove ai miei pensieri belli, resta a sonnecchiare o a fingere di farlo, ed io allora sussurro appena a fior di labbra, “non mi resta che scrivere stasera della Freccianera che viaggiava sulla Frecciarossa”.

Stavolta è lei che mi legge sulle labbra e dice divertita “ma lei pensava forse che io fossi la signora Goggi, no, io sono solo una sua Tale e Quale”.
Devo proprio smetterla di dormire con mia moglie il venerdì sera davanti alla tv.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

no avatar
Nuccina
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 17:29
Ha ringraziato: 30 volte
E’ stato ringraziato: 140 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da Nuccina » 28 ottobre 2015, 13:11

ah quanto mi piaceva quello sceneggiato " La freccia nera", io però ero invaghita dell'attore Aldo Reggiani, fantasticavo ore e ore, anche se avevo 9 anni, lui era nella mia testa il mio cavaliere.
Comunque anche tu, senza che la signora incontrata sul treno abbia fatto parola, ti sei fatto un film in testa... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
...è il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante

no avatar
Mr_Imagoo
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 5 ottobre 2015, 20:24
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 43 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da Mr_Imagoo » 28 ottobre 2015, 20:31

sembra il titolo di una nota canzone: "Maledetta Frecciarossa"

Avatar utente
galatea belga
 
Messaggi: 500
Iscritto il: 26 dicembre 2014, 17:28
Ha ringraziato: 94 volte
E’ stato ringraziato: 154 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da galatea belga » 29 ottobre 2015, 15:59

Carino davvero, ma...visto che qui non siamo in treno e possiamo parlare...: era veramente la Goggi ?

:D

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da malatesta » 1 novembre 2015, 10:19

Nuccina ha scritto:ah quanto mi piaceva quello sceneggiato " La freccia nera", io però ero invaghita dell'attore Aldo Reggiani, fantasticavo ore e ore, anche se avevo 9 anni, lui era nella mia testa il mio cavaliere.
Comunque anche tu, senza che la signora incontrata sul treno abbia fatto parola, ti sei fatto un film in testa... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Il film in testa me l'ero fatto già ai tempi della televisione in bianco e nero, per te era ovvio invaghirti del bel Reggiani, io ero solo soletto invece, ai ragazzi di allora piacevano altre donnine........
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da malatesta » 1 novembre 2015, 10:20

Mr_Imagoo ha scritto:sembra il titolo di una nota canzone: "Maledetta Frecciarossa"


Grazie, buona associazione direi, chissà se lei sarebbe ben disposta alla tua variante canora.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1193
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: Viaggi in classe zero – La Freccianera

da malatesta » 1 novembre 2015, 10:23

galatea belga ha scritto:Carino davvero, ma...visto che qui non siamo in treno e possiamo parlare...: era veramente la Goggi ?

:D


Beh, credo che svelare il mistero sarebbe comunque non rispettoso della privacy, a te come a ciascuno che legge resta da capire nelle pieghe dello scritto se lei era lei o non era lei.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren


Torna a Narrativa - Racconti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron