Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

Regole del forum
Testi caratterizzati da una trama che si sviluppa attraverso azioni e situazioni in cui si muovono i personaggi.
Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 247 volte

Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da malatesta » 22 novembre 2016, 16:18

“Dottore, ha ricevuto la mail col biglietto?”.
Si che l’ho ricevuta, ma dopo ben due anni la signora Loredana se ne preoccupa per la prima volta, chissà perché, lei non è mai scontata, se ha fatto la domanda devo capirne il motivo, perché non lo chiedo a lei, semplice, farebbe finta di non sentire e non avrei risposta, ma se l’avessi ora non starei qui a scriverne.
“Buona fine settimana dottore”, mi saluta ogni venerdì e va via senza farsi vedere, sa che potrebbe esserci sempre un’ultima mail da inviare, “lunedì le devo dire di una novità per i suoi viaggi, ho trovato un modo per farla viaggiare comodissimo e riservatissimo, non stia a preoccuparsi per l’agenda, il primo appuntamento lo ha alle dieci ed io sono da lei alle nove, stia bene”.
E scompare, lasciandomi il dubbio che questa volta forse la domanda potevo fargliela, chissà, forse mi avrebbe risposto, ma intanto penso bene di andare via anch’io, un’altra settimana è andata, ma non solo di lavoro, purtroppo.

Bastano i cento metri che mi portano al treno in cinque minuti perché la mia mente si liberi dei tristi pensieri feriali e crei uno spazio vuoto da riempire soltanto di cose belle, almeno così accade se non vi è un pending di lavoro che non mi abbandona nonostante che io pensi positivo, come oggi che mi rigira nella testa la novità per i miei viaggi che qualcuno ha deciso per me e che io non conosco.
Al controllo della stazione c’è la ressa del venerdì pomeriggio, ma nel tempo lungo del non lavoro io sono perfettamente a mio agio, in attesa del treno che tarda in arrivo la fila mi è quasi complice, il ragazzo al gate si prodiga con gentilezza a disciplinare gli ingressi senza però abbassare la guardia, ho davanti almeno dieci persone, ma appena alzo il cellulare e allargo l’immagine per mostrare il biglietto, il ragazzo mi fa spazio con solerzia.
“Fate passare, il signore ha la precedenza”, dice a voce alta, “prego, entri, e stia attento”.
“Grazie”, gli dico, “ma non ho fretta, aspetto la fila, grazie”.
“Come vuole, è un suo diritto, però adesso che è arrivato non blocchi il flusso, vada per cortesia, vada e stia attento”, e mi spinge oltre il gate con poco garbo.
Non capisco, prima gentile a farmi passare avanti, poi scorbutico, mah, lo stress di un lavoro poco gratificante ed anche pericoloso provoca questi effetti, penso, e poi a cosa dovrei stare attento, boh.

Ultimamente capita che ci sia un controllo anche alle porte dei treni, è dovuto allo stato di massima sicurezza, è un po’ troppo per chi come me in stazione ci passa quasi tutti i giorni, ma tant’è.
“Mi fa vedere il suo biglietto, grazie?”, mi chiede gentilmente una giovanissima e bella hostess.
“Prego”, e le mostro il cellulare, con quell’atteggiamento sospeso tra l’eterno galletto e il marito in vacanza.
“Ah, lei ha il posto 35 A, vuole un aiuto per la valigia?”, e senza che io risponda tenta di prenderla dalla mia mano.
“Molto gentile, è la prima volta che mi si offre una mano, non mi giudichi scortese, sono solo tre gradini, l’età me lo consente ancora”, le dico con tono un po’ fermo mentre fingo una splendida forma saltando a piè pari sul predellino a rischio delle mie povere caviglie.
“Oplà, ci manteniamo giovane eh, complimenti, però stia sempre attento, mi raccomando”, mi saluta la hostess mentre entro in carrozza.
Ma perché tutti mi dicono di stare attento, e a che cosa poi, forse oggi in stazione c’è stato qualche allarme, chissà, e perché dovrei stare attento solo io e non anche tutti, strano venerdì pomeriggio, o forse sono io ad essere stanco e non colgo il contesto che mi circonda, sarà un sintomo degli anni che passano, chissà.

Appena in corridoio leggo 35A sulla prima poltrona singola alla mia sinistra, bene mi dico, starò solo e tranquillo, finalmente qualcosa che gira oggi.
Mi siedo come chi si lascia cadere vinto dal peso del corpo per immergersi nella leggerezza del sonno, cerco la migliore posizione per non svegliarmi fino all’arrivo, prima di abbioccarmi guardo distrattamente qua e la, insomma sono riuscito a liberarmi dei pensieri feriali e ho solo grandi vuoti da riempire di bellezza.
Passa l’hostess che voleva aiutarmi a salire e mi chiede premurosa.
“Sta comodo su questa poltrona? Il suo è il posto migliore del treno, ad una certa età è pure giusto averne diritto, anche se lei dimostra molto meno dei settanta anni, complimenti!”
Guardo alla mia sinistra, sotto il finestrino c’è l’immaginetta di un omino un po’ ricurvo che si tiene malamente ad un bastone.

Ecco spiegato l’arcano, ho capito tutto, la precedenza, stia attento, l’aiuto io, la novità per i miei viaggi, eh si, lunedì la signora Loredana mi dovrà spiegare molte cose, lei ha quasi un anno più di me e non è maritata, per vendetta la chiamerò signorina.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

no avatar
Nuccina
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 17:29
Ha ringraziato: 30 volte
E’ stato ringraziato: 140 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da Nuccina » 22 novembre 2016, 18:42

ah ah ah sempre a lamentarsi questi uomini d' affari. Hai una certa età....non lamentarti.. :mrgreen:

spiritoso come sempre!!
...è il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi importante

Avatar utente
M.Sant
 
Messaggi: 209
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 15:59
Ha ringraziato: 154 volte
E’ stato ringraziato: 68 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da M.Sant » 23 novembre 2016, 10:43

Riservatissimo il mio sorriso per questo viaggio
posto: mattina presto con sole.
ciao.
Non so che fare, da un lato vorrei dimenticarla, contemporaneamente ho la certezza che sia l’unica persona, l’unica dell’intero universo, in grado di rendermi felice.


500 giorni insieme

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 247 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da malatesta » 23 novembre 2016, 20:38

Nuccina ha scritto:ah ah ah sempre a lamentarsi questi uomini d' affari. Hai una certa età....non lamentarti.. :mrgreen:

spiritoso come sempre!!


Cara Nuccina, la certa età è sinonimo di qualità, allora ok..........
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 247 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da malatesta » 23 novembre 2016, 20:38

M.Sant ha scritto:Riservatissimo il mio sorriso per questo viaggio
posto: mattina presto con sole.
ciao.


Grazie del sorriso riservato, è quello più vero.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
f.almerighi
 
Messaggi: 1471
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 10:27
Ha ringraziato: 187 volte
E’ stato ringraziato: 570 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da f.almerighi » 29 novembre 2016, 11:45

un vizio tutto italico... la signorina Loredana ha baracchiato ehhhhhhh

no avatar
Giuseppe Novellino
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 6 luglio 2016, 18:30
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 7 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da Giuseppe Novellino » 1 dicembre 2016, 13:10

Divertente quadretto, come gli altri della serie. Con un po' di amarezza e cinismo, anche questo piccolo dramma ferroviario è consumato.
In alcuni passi, però, renderei la prosa un po' più fluida.

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 247 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da malatesta » 2 dicembre 2016, 0:40

f.almerighi ha scritto:un vizio tutto italico... la signorina Loredana ha baracchiato ehhhhhhh


La signorina Loredana in fondo è una signora.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1184
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 247 volte

Re: Viaggi in classe zero – Posto riservatissimo

da malatesta » 2 dicembre 2016, 0:44

Giuseppe Novellino ha scritto:Divertente quadretto, come gli altri della serie. Con un po' di amarezza e cinismo, anche questo piccolo dramma ferroviario è consumato.
In alcuni passi, però, renderei la prosa un po' più fluida.


Grazie, questi pezzi sono scritti quasi tutti di getto e corretti a malapena, senza porre attenzione alla fluidità della prosa ma lasciando il pensiero come viene, e come tanti altri miei brani sono adatti più ad una recitazione che alla lettura.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren


Torna a Narrativa - Racconti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite