ai miei figli

Prose caratterizzate da elementi poetici e del caso da ritmo di lettura riconducibile a connotati metrici.
Regole del forum
Prose caratterizzate da elementi poetici e del caso da ritmo di lettura riconducibile a connotati metrici.
no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 250 volte
E’ stato ringraziato: 185 volte

ai miei figli

da lastellachebrilla » 22 ottobre 2016, 23:28

Ho visto castelli con le ali
pararsi davanti agli occhi
zeppi di boria contagiosa
buona per confondere le acque
e nel putrido costruire fondamenta


i castelli hanno infissi ampi
con portoni che aperti invitano a danzare
negli spazi pieni di suppellettili con i sogni ancora attaccati sulle superfici

sembrava che la vita fosse un volo di parole
da arrotolare intorno alle labbra
un gioco da quattro soldi per far divertire

quando inchiodo davanti allo specchio il viso e i suoi contorni
gli occhi che si perdono nei colori che non immaginavo nemmeno
faccio una fatica immensa a ritrovare un po’ di pace
da regalare ai miei figli

non posso lasciarli soli ad affrontare il mondo
devo accompagnarli per mano finchè posso

Avatar utente
vaibhava das
 
Messaggi: 1832
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 20:37
Ha ringraziato: 22 volte
E’ stato ringraziato: 606 volte

Re: ai miei figli

da vaibhava das » 23 ottobre 2016, 7:46

La nave nella tempesta nel mare d'etere a causa di suoni impetuosi verrà aiutata, in vela, da inni seletti.

Avatar utente
malatesta
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: 6 marzo 2015, 22:00
Ha ringraziato: 0 volte
E’ stato ringraziato: 248 volte

Re: ai miei figli

da malatesta » 24 ottobre 2016, 17:37

Delicatissimo tema, riuscire ad accettare che i figli non sono nostri non è semplice, necessita mettere in discussione il senso della paternità e della maternità verso una indipendenza di individui sia civile e sia naturale.
"L’amore è abbondante, e ogni relazione è unica"
Andie Nordgren

no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 250 volte
E’ stato ringraziato: 185 volte

Re: ai miei figli

da lastellachebrilla » 26 ottobre 2016, 15:25

vaibhava das ha scritto:La nave nella tempesta nel mare d'etere a causa di suoni impetuosi verrà aiutata, in vela, da inni seletti.


grazie
- di cuore -
ciao

no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 250 volte
E’ stato ringraziato: 185 volte

Re: ai miei figli

da lastellachebrilla » 26 ottobre 2016, 15:45

malatesta ha scritto:Delicatissimo tema, riuscire ad accettare che i figli non sono nostri non è semplice, necessita mettere in discussione il senso della paternità e della maternità verso una indipendenza di individui sia civile e sia naturale.


una parola immensa
indipendenza

ciao grazie del passaggio
(condivido le tue considerazioni sul senso della paternità e della maternità
contengono numerosi interrogativi che coinvolgono il ns essere individuale)

Avatar utente
f.almerighi
 
Messaggi: 1534
Iscritto il: 15 dicembre 2014, 10:27
Ha ringraziato: 195 volte
E’ stato ringraziato: 589 volte

Re: ai miei figli

da f.almerighi » 28 ottobre 2016, 14:36

perché non puoi lasciarli soli? Hanno messo denti e penne? Sono sufficientemente cattivi e pronti a vivere e sopravvivere? Allora lasciali andare.

no avatar
lastellachebrilla
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 14 dicembre 2014, 23:53
Ha ringraziato: 250 volte
E’ stato ringraziato: 185 volte

Re: ai miei figli

da lastellachebrilla » 28 ottobre 2016, 23:56

f.almerighi ha scritto:perché non puoi lasciarli soli? Hanno messo denti e penne? Sono sufficientemente cattivi e pronti a vivere e sopravvivere? Allora lasciali andare.


uh che bella questa cosa che mi scrivi
così ho modo di risponderti....wow!!!

1 cià 5 anni e mezzo, i denti gli stanno cadendo 1 ogni tanto, però devo ammettere che li aveva tutti a suo tempo
per le penne non saprei dire, mi sa di no, non le ha messe tutte perchè mi dice spesso che vorrebbe volare, se esprime il desiderio ho paura che non sia (ancora) riuscito a realizzarlo
Cattivo non mi sembra abbastanza, anzi a dirti la verità non mi sembra nella sua indole esserlo, del resto tra le riflessioni della sera c'era proprio questa: devo imparare ad essere meno buona, ma non era riferita (la riflessione) al mio modo di rapportarmi con mio figlio, ma con il resto del mondo che, ancora, ho motivo di conoscere

l'altra ce n'ha 23, la vedo più matura negli ultimi tempi ma ancora studia all'università, vive in casa con noi nei ns circa 60 mq e lo spazio essendo un pò ristretto invita al confronto verbale, ed ascoltandola, spesso, emergono i suoi disagi e a mio modo cerco di darle un certo sostegno (non so se a te, superata senz'altro l'età dei 23, ti è mai venuto il desiderio di averlo un certo sostegno di tipo diverso, potrebbe essere morale, addirittura spirituale o anche strettamente pratico od economico come accade a chi non ha i cosiddetti, liquidi)

il rigraziamento è dunque molto sentito per il tuo cortese commento
potrei aggiornarti sugli eventi futuri, sarebbe per me adeguata occasione di riordino delle idee

grazie ancora
buona serata


Torna a Prose poetiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite