Pagina 1 di 1

il dubbio

MessaggioInviato: 30 gennaio 2017, 0:16
da lastellachebrilla
Trovasti fra i rovi
brandelli di carne antica
mentre sentivi sfuggirne la ragione in bilico sulle dita
Se la terra d’argilla riempita
avesse coperto ogni cosa con minuzia esemplare
non sarebbe sorto il dubbio della morte quando compare
lasciando il segno pressato sul selciato
Ma il dubbio ti colse
fra gli odori acri
le voci spezzate nell’ardore del giorno
E invocasti la notte
col suo vestito nero illuminato di stelle
a raccontare di storie
in viaggio fra le nuvole



Re: il dubbio

MessaggioInviato: 1 febbraio 2017, 16:22
da M.Sant
la parola dubbio non dovrebbe esistere nel nostro vocabolario,
(quello delle donne)

invece s'insinua fra le pareti divisorie
(barriera determinata)

su certezza e fiducia.

Re: il dubbio

MessaggioInviato: 3 febbraio 2017, 14:59
da f.almerighi
la notte come giusto contraltare del giorno, il raccoglimento come giusto contraltare dell dispersività

Re: il dubbio

MessaggioInviato: 8 febbraio 2017, 0:52
da lastellachebrilla
M.Sant ha scritto:la parola dubbio non dovrebbe esistere nel nostro vocabolario,
(quello delle donne)

invece s'insinua fra le pareti divisorie
(barriera determinata)

su certezza e fiducia.


bella visione la tua
(quasi la invidio)
onestamente no, non ho sempre con me certezza e fiducia
devo imparare ad averne
il modo giusto per impiegare il tempo - rimasto -

grazie del passaggio
buona serata ciao

Re: il dubbio

MessaggioInviato: 8 febbraio 2017, 0:54
da lastellachebrilla
f.almerighi ha scritto:la notte come giusto contraltare del giorno, il raccoglimento come giusto contraltare dell dispersività


grazie per la tua lettura
illuminante per certi versi

ciao